VIDEO | Casal Bruciato dice no ai rom, in strada per dare casa a Noemi: “Non ho fatto domanda, ma ho più diritto di loro”

Dopo le tensioni nella serata domenica 7 aprile, gli abitanti di Casal Bruciato tornano in strada per ribadire “niente casa agli zingari”

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Montata una tenda ed un gazebo. Sotto al civico 90 di via Cipriano Facchinetti la “partita" non è ancora conclusa. E dopo la “cacciata” della famiglia di origini rom, regolarmente assegnataria di un alloggio Erp, oggi la battaglia si trasforma per dare quella casa a Noemi Fasciano, 20 anni e mamma di unbambino di soli 6 mesi. “Ho più diritto io di loro”, dice la giovane che, probabilmente indirizzata da qualcuno, nella mattinata di oggi, lunedì 8 aprile, si è introdotta abusivamente all’interno dell’alloggio.

LEGGI LA NOTIZIA COMPLETA

Noemi vive con la nonna in una casa molto piccola, ma visto il suo stato di bisogno, la richiesta per la casa popolare l’ha fatta? “No - risponde Noemi - da una parte perché non ne ho avuto il tempo, dall’altra perché non ci credo”. Ed è così che spinti dagli esponenti di Casapound, i quali non si sono fatti sfuggire l’occasione, ci sono degli abitanti di Casal Bruciato che portano avanti una battaglia inconsueta. A favore di una giovane mamma che, malgrado l'evidente esigenza di una casa, non ne ha mai nemmeno fatto richiesta.

Potrebbe Interessarti

  • Un toro e una mucca si accoppiano in mezzo al traffico di Roma

  • VIDEO | Bus investe pedone, Atac avvia indagine per trovare l'autista responsabile

  • Taxi, la denuncia dei sindacati: "Noleggiatore aggredisce tassista e pubblica video in rete"

  • VIDEO | Ucciso da un albanese al volante, la mamma di Davide: "Voglio giustizia, ma non avrete il mio odio"

Torna su
RomaToday è in caricamento