Voragine in via del Mandrione: strada chiusa, avviata indagine geologica

La strada, chiusa per la "presenza di cavità sotterranee", dovrebbe rimanere così fino al 30 aprile

Via del Mandrione, all'altezza del civico 113, è stata chiusa in via precauzionale a causa della presenza di "cavità sottostanti in avanzato stato di sgrottamento". Un rischio voragini che ha costretto la Polizia Locale e il VII Municipio a chiudere la strada all'altezza del sottopasso ferroviario di via Degli Angeli.

"La chiusura è stata progettata in maniera tale da garantire il rientro a casa di tutti i residenti della via e di tutti i lavoratori delle aziende di via del Mandrione", ha detto Salvatore Vivace, assessore ai lavori pubblici del VII Municipio. Nel frattempo sono immediatamente partite indagini approfondite che condurranno ad un intervento risolutivo, anche con l'aiuto di esperti geologi.

Il municipio VII "si è fatto interamente carico del problema ed è pronto ed attrezzato per l'intervento che avverrà il prima possibile. Ci scusiamo per il disagio, ma la sicurezza dei nostri cittadini ha per noi priorità assoluta". Su Luceverde, tuttavia, si legge che la strada resterà chiusa al traffico fino alle 23:59 del 30 aprile 2018.

Potrebbe interessarti

  • Parcheggi di scambio: dove si trovano

  • Cinema all'aperto a Roma: indirizzi e film in programma nell'estate 2019

  • Saldi estivi a Roma, manca poco: quando iniziano

  • Come ottenere il permesso Ztl

I più letti della settimana

  • Esplosione a Rocca di Papa: crolla la facciata del Comune, 16 feriti tra loro 3 bambini. Grave il Sindaco

  • Tragedia a Torvaianica: ragazzo di 17 anni morto affogato in mare

  • Viale Marconi: violentate e picchiate in strada. Aggressore fugge e viene investito

  • Meno di 300 euro andata e ritorno da Roma a New York: ecco il nuovo volo diretto

  • Torna #vialibera: domenica 16 giugno a Roma 15 chilometri di strade solo per bici e pedoni

  • Incidente A1: auto e tir forano gomme su una buca, maxi tamponamento fra 7 mezzi

Torna su
RomaToday è in caricamento