Lite tra comitive in un bar di Trastevere: studente americano preso a pugni 

L'aggressore è stato individuato e denunciato a piede libero per lesioni personali aggravate

Immagine d'archivio

Prima il litigio scoppiato dal nulla, senza particolari ragioni, poi la violenza e quel colpo al volto che alla vittima è costato la frattura del naso e dell'orbita destra dell'occhio. Nella notte tra l'11 e il 12 marzo scorso scoppiò una rissa nel cuore di Trastevere, rione per eccellenza della movida romana, tra due gruppi di ragazzi in un locale di via Cedro. 

Uno studente americano, della vicina John Cabot University venne picchiato con un pugno sul volto e una prognosi di 30 giorni per la guarigione. Due mesi dopo, a seguito delle indagini avviate dai Carabinieri, l'aggressore è stato rintracciato. Si tratta di un giovane romano di 20 anni, identificato e denunciato a piede libero per il reato di lesioni personali aggravate. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta dal viadotto: morto imprenditore del crack Qui!Group

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Da Canova a Frida Kahlo, tutte le mostre da non perdere in autunno a Roma

  • Tenuta Castel di Guido, i lupi romani sono diventati ibridi. Chiesta la sterilizzazione

Torna su
RomaToday è in caricamento