Sente moglie e figlia urlare, poi trova un uomo nel giardino: "Voleva entrare in casa"

Sul posto sono poi intervenuti i carabinieri che hanno fermato e denunciato l'intruso. Il racconto dell'uomo: "Mia moglie e mia figlia hanno paura a stare in casa"

"Aiuto! Al ladro, al ladro". Queste le urla che hanno raggelato il sangue di un papà e marito. A scatenare la paura di madre e figlia un uomo, trovato dalle due nel giardino della loro villetta di Acilia. Nudo e sotto la doccia il proprietario di casa si è quindi precipitato in aiuto delle due "quando mi sono trovato un ragazzo di colore che guardava insistentemente nelle finestre con l'intenzione di entrare dentro casa". I fatti sono accaduti intonro alle 18:30 di venerdì 21 settembre in un giardino privato di viale Saverio Francesco Altamura.

Urla della moglie e della figlia 

Ancora scosso per quanto accaduto, l'uomo racconta a Romatoday la paura vissuta dalla moglie e dalla figlia di 6 anni. "Sono rientrato a casa un'ora prima del lavoro. Mia madre è in ospedale ed ho approfittato per andare a trovarla. Vado a fare la doccia e sento gridare come mai sentito prima d'ora mia moglie e mia figlia al 'ladro, al ladro'. Sono corso fuori dalla doccia e sono scivolato. Fuori dalla porta a vetri ho visto un ragazzo di colore ben vestito con uno zaino che guardava in casa. Ancora nudo corro verso la porta, la apro e lo caccio via. Dopo averglielo detto diverse volte se ne è andato via per le scale esterne, senza correre, ma camminando".

Fermato dai vicini di casa 

Tra le urla della moglie e la richiesta di aiuto dell'uomo accorrono i vicini di casa che poi fermano l'intruso, bloccato dopo aver scavalcato un muretto ed essere entrato in un secondo giardino. Sul posto sono quindi arrivati i carabinieri della Stazione di Acilia che lo hanno fermato. Identificato in un giovane cittadino della Costa d'Avorio, lo stesso è risultato essere ospite presso il vicino Centro di Prima accoglienza di via Salorno all'Infernetto. 

Uomo nel giardino della villa ad Acilia 

Accompagnato nella vicina caserma dei carabinieri l'uomo è stato denunciato a piede libero per "intrusione in una pertinenza abitativa". Controllato lo stesso non è stato trovato con attrezzi atti allo scasso né refuriva indosso. "Siamo ancora molto scossi per quanto accaduto - racconta l'uomo di Acilia che ha richiesto di rimanere anonimo -. Voleva entrare dentro casa per rubare, pensava che non c'era nessuno in quanto eravamo tutti al piano interrato. Mia moglie e mia figlia sono traumatizzate, non vogliono più stare dentro casa. Il vicino mi ha detto che ha trovato dei segni di effrazione alla sua casa e che adesso sporgerà denuncia come ho fatto io ai carabinieri". "Una bruttissima esperienza - conclude - che non auguro a nessuno". 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Abbiamo impiccato Greta Thunberg a Roma", la rivendicazione su facebook

  • Si getta dal viadotto: morto imprenditore del crack Qui!Group

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Tenuta Castel di Guido, i lupi romani sono diventati ibridi. Chiesta la sterilizzazione

  • Da Canova a Frida Kahlo, tutte le mostre da non perdere in autunno a Roma

Torna su
RomaToday è in caricamento