homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Truffe online: vendono cerchi in lega per 13mila euro e spariscono, tre arresti

Vittima un 26enne di Colle Fiorito di Guidonia. I truffatori scovati dalla polizia in Veneto. La polizia indaga su altri casi

Una truffa online da 13mila euro. A subirla un 26enne di Colle Fiorito di Guidonia, che ha denunciato la beffa agli agenti del posto di polizia del Comune della Città dell'Aria. Da qui sono cominciate la indagini dopo che il giovane ha raccontato agli investigatori di aver contattato, tramite un famoso sito di annunci, un’inserzionista che vendeva 4 cerchi in lega per un’autovettura sportiva. Dopo essersi accordati sulla cifra l’acquirente faceva un bonifico sul conto della compagna del venditore, il quale però,  da quel momento si rendeva irreperibile. La merce non è mai stata spedita.  

TRE TRUFFATORI - L’attività d'indagine, coordinata dalla dottoressa Maria Chiaramonte – dirigente del commissariato di Tivoli - ha permesso di risalire a due uomini, un 30enne e un 42enne, entrambi tarantini, e una donna barese di 39 anni, già conosciuti alle Forze dell’Ordine come autori abituali e recidivi di numerose truffe effettuate con lo stesso modus operandi.

TROVATI IN VENETO - I poliziotti, dopo un lunga serie di accertamenti e con l’apporto dei colleghi della Stazione Carabinieri di Schio (in provincia di Vicenza), su una strada provinciale della campagna veneta hanno rintracciato la donna ed uno dei due uomini a bordo della loro auto. A seguito di perquisizione sono stati rinvenuti e sequestrati  3 cellulari,  2 computer, una carta di credito, una Poste Pay ed alcune Sim Card.

INDAGINI SU ALTRE TRUFFE - Gli investigatori, esaminando il materiale in sequestro, hanno trovato  le immagini usate per inserire gli annunci e gli estratti conto delle carte di debito, nei quali erano presenti vari addebiti riconducibili ad altre truffe simili a quella denunciata negli uffici del posto di Polizia di Villalba. I tre sono stati denunciati per truffa .
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • 4 cerchi 13 mila euro caxxo erano de un Ferrari ? E poi hanno fatto bene non se po' compra su internet e fare un bonifico di 13000€ se non si conosce la perso ai la ditta. In Italia il reato per truffa non si va in galera,quindi bravi guadagnate bene così

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Travolge scooter con l'auto e scappa a piedi: morti due fidanzati a Santa Severa

  • Cronaca

    Incendio all'Esquilino, fiamme all'ultimo piano di un palazzo: strada chiusa

  • Cronaca

    Atac, via all'orario estivo: "Da oggi il trasporto si adegua alle presenze in città"

  • Politica

    Giunta Raggi, Laura Baldassarre sarà assessore alle Politiche sociali

I più letti della settimana

  • Stuprano donna al settimo mese di gravidanza in una scuola, arrestati

  • Incidente su A1, scontro tra tir: chiuso tratto tra Valmontone e Anagni

  • Donna nuda fa il bagno alla fontanella di largo di Torre Argentina

  • Omicidio a Velletri: killer uccide pizzaiolo fuori dal suo locale

  • Travolge scooter con l'auto e scappa a piedi: morti due fidanzati a Santa Severa

  • Magliana, Panda precipita dal cavalcavia: 4 ventenni in codice rosso

Torna su
RomaToday è in caricamento