Pensava fosse amore, invece era un truffatore: così derubava donne conosciute in chat

Il truffatore si fingeva rampollo di una dinastia di industriali meneghina

Quando ha capito di essere stata presa in giro e truffata, si è rivolta alla Polizia per sporgere denuncia. Vittima una donna di Roma che, convinta dalle amiche e dalla voglia di allacciare nuove amicizie, si era iscritta ad una chat per gli incontri tra single: è cosi che in breve, una professionista romana aveva stretto una conoscenza con un uomo di 37 anni.

Dopo alcuni giorni di conversazione on-line, la donna aveva accettato l'invito a cena dell'uomo che, contrariamente a quanto annotato nella sua fedina penale, si era presentato come il rampollo di una notissima dinastia di industriali meneghina, attualmente nella Capitale per sbrigare ingenti affari economici.

Nel corso della serata, dopo aver ammaliato la sua accompagnatrice con modi garbati ed aristocratici ed aver iniziato un rispettoso corteggiamento, fingendo di aver lasciato portafogli e chiavi in casa, l'uomo si è fatto prestare diverse centinaia di euro con le quali ha pagato la costosa cena, appena consumata, ed un presunto fabbro che potesse aprire la porta della sua abitazione.

Prima di congedare la donna, tramite il cellulare, il 37enne ha eseguito un bonifico in suo favore, per una importo pari al contante ricevuto e al disturbo arrecato dal contrattempo.

Solo quando la banca le ha comunicato che nessun bonifico era mai pervenuto sul suo conto corrente, la professionista ha capito di essersi imbattuta in un imbroglione, che nel frattempo aveva cancellato il suo profilo sul sito disattivando anche l'utenza cellulare. Superata la vergogna, ha trovato il coraggio di presentare querela negli uffici del Commissariato di Vescovio .

Gli agenti, ricordandosi di essersi già imbattuti in un noto pregiudicato lombardo che usava lo stesso modus operandi, hanno impiegato pochi minuti ad identificare il 37enne che ha, a suo carico, decine di analoghe denunce in tutta Italia: rintracciato in breve tempo in un bed & breakfast del centro, i poliziotti gli hanno notificato l'ennesima denuncia in stato di libertà.  

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • se avete le p...all...e pubblicatelo giornalisti....o siete solo giornalai

  • pesante il commento eh??? a belliiiiiiii

  • ma le donne che si fanno "in.....culare" così che donne sono?....bha....ti piaceva aver trovato il manzo ricco?...adesso invece che LUI ti ha in....culato t'incazzi??? vabbè va...lasciam perdere.....una volta certe donne si chiamavano tro.....ieeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

  • ma neanche alla decima denuncia va in galera? boh... che bel sistema giudiziario...

Notizie di oggi

  • Politica

    Baobab, parla l'assessora Baldassarre: "Con la collaborazione dei volontari si possono evitare sgomberi"

  • Politica

    Via Prenestina 944, nell'ex hotel occupato 460 persone senz'acqua né luce. E ora si teme lo sgombero

  • Politica

    Ecopass, inizia la discussione in Aula: "Cambierà il volto della nostra città"

  • Politica

    Grillo: "Svuotare i palazzi di Roma dal potere: una cittadella federale tra Magliana e Fiumicino"

I più letti della settimana

  • Manifestazione contro il razzismo a Roma: strade chiuse e bus deviati

  • Incidente via Portuense: maxi carambola, auto finisce sopra una seconda vettura

  • Referendum Atac, a Roma domenica 11 novembre si vota: tutto quello che c'è da sapere

  • Referendum Atac, i risultati: quorum non raggiunto. Netta l'affermazione del sì

  • Atac punta sul digitale: accordo con Moovit per migliorare l'infomobilità

  • Raggi assolta, Di Maio esulta: "I giornalisti infimi sciacalli, cani da riporto di Mafia Capitale"

Torna su
RomaToday è in caricamento