Valmontone: vendevano falsi abbonamenti per Magicland, denunciate due truffatrici

Due donne sono state denunciate per truffa dai Carabinieri, vendevano finti abbonamenti al parco divertimento Magicland a Valmontone. Giro d'affari intorno ai 20.000 euro

Avevano messo in piedi un sistema quasi perfetto per truffare la gente vendendo “fantomatici” abbonamenti del parco giochi “Magicland” di Valmontone. Due donne,  una 47enne di Cave ed una 40enne di Valmontone, offrivano ad ignari acquirenti un abbonamento che, al prezzo di 60 euro garantiva l’ingresso per due anni al parco giochi, più altre varie agevolazioni, mentre l’abbonamento reale è del costo di 90 euro all’anno. 
 
All’apparenza, quindi, il risparmio era notevole, anche perché veniva offerta l’ulteriore possibilità di sottoscrivere abbonamenti per ragazzi al prezzo di 30 euro. Il sistema illegale si basava su un passaparola tra persone, tutti conoscenti tra loro e, quindi, apparentemente affidabili, abitanti nei paesi limitrofi a Valmontone, quali Montelanico, Gavignano e Colleferro, i quali avevano pagato anticipatamente, invogliati dal circostanza raccontata loro che gli abbonamenti erano garantiti da uno dei soci del parco che aveva avviato questa iniziativa promozionale quale incentivo per gli abitanti dei paesi locali.
 
Ai truffati era stato detto di presentarsi il giorno 13 di giugno presso il parco, dove sarebbero stati consegnati gli abbonamenti, previa sottoscrizione dei documenti del caso. L’attività dei carabinieri è partita da alcune querele presentate presso la caserma di Valmontone, a seguito delle quali sono immediatamente scattate le indagini, che hanno consentito di accertare, per il momento, che i soggetti truffati sono alcune centinaia, per una somma raccolta di 20.000 euro circa. Le due responsabili della truffa, sono state deferite all’ Autorità Giudiziaria di Velletri per truffa in concorso tra loro, ma le indagini sono tuttora in corso perché non si esclude che vi siano altri soggetti responsabili.
 
I Carabinieri invitano tutti coloro fossero caduti nella trappola, a presentarsi presso la Caserma di Valmontone per sporgere formale querela.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tor Bella Monaca, stroncata la piazza di spaccio del Principe: fruttava 200mila euro al mese

  • O' Principe di Tor Bella Monaca, spaccio h24 e vita in stile Gomorra: così la palazzina è diventata il suo fortino

  • Spari a corso Francia: ladri di Rolex si schiantano contro auto della polizia dopo inseguimento

  • Terremoto a Roma: scossa ai Castelli Romani avvertita nella Capitale

  • Sciopero Roma Tpl, lunedì 18 novembre a rischio i bus in periferie: orari e fasce di garanzia

  • Tragedia sulla Tuscolana: accusa malore nel negozio e muore

Torna su
RomaToday è in caricamento