menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

"Vi rimedio i camion. Farete un affare": la truffa del falso finanziere

Il truffatore di Dragoncello ha ingannato tre uomini garantendogli l'intermediazione per l'acquisto, a prezzi più vantaggiosi, di alcuni camion presso aste giudiziarie

Trentamila euro. E questo l'ammontare di una truffa consumata ai danni di tre cittadini egiziani. A mettere in moto il meccanismo criminare era stato un pregiudicato romano di 22 anni, residente nella zona di Dragoncello e fermato, a seguito di una minuziosa attività investigativa, dai Carabinieri della Stazione di Roma Acilia. 

LA TRUFFA - Tutto ha origine dalla denuncia presentata dai tre egiziani. Le vittime hanno raccontato ai militari di un ragazzo appartenente al Corpo della Guardia di Finanza che gli aveva garantito l'intermediazione per l'acquisto, a prezzi più vantaggiosi, di alcuni camion presso aste giudiziarie

Mezzi che, a suo dire, in seguito avrebbero potuto esser trasportati in Egitto senza problemi di sorta. Le vittime, certe di aver fatto un "buon affare", hanno elargito la somma richiesta di 30mila euro, ma i camion non sono mai giunti a destinazione.

IL BLITZ - A questo punto, truffati, i tre hanno presentato una denuncia all'Autorità Giudiziaria. Così gli investigatori della Stazione Carabinieri di Roma Acilia ne hanno raccolto minuziosamente le testimonianze pedinando il sospettato sia di giorno che di notte, fino a che, l'altra sera, è scattato il blitz.

I militari hanno bussato alla porta dell'abitazione del falso finanziere dando poi corso ad una perquisizione nella sua camera da letto. Lì hanno rinvenuto e sequestrato un'uniforme della Polizia di Stato, equipaggiata in ogni sua parte e due riproduzioni di pistole semiautomatiche, simili a quelle in dotazione alle forze dell'ordine.

Il giovane non ha potuto far altro che ammettere le sue responsabilità, per cui è stato accompagnato in caserma e arrestato. Il Giudice, dopo averne convalidato l'arresto, lo ha rimesso in libertà con l'obbligo di presentarsi, due volte al giorno, presso la locale Stazione Carabinieri.

Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    • Cronaca

      Meteo a Roma, forte vento sulla Capitale: allerta della Protezione Civile

    • Incidenti stradali

      Incidente in via Appia, motociclista contro auto: morto decapitato

    • Cronaca

      Omicidio a Prati: gestore di una vineria ucciso da un tassista

    • Cronaca

      Sciopero a Roma, il 31 maggio metro e bus a rischio

    Torna su