menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

La truffa del ciuccio caduto: così derubavano anziani

Molte le segnalazioni, soprattutto in zona Appio. Vittime soprattutto anziani

Ancora truffe, ancora gli anziani come vittime preferite. Stavolta l'escamotage era legato ad un oggetto, un ciuccio. Il modus operandi sempre lo stesso: la finta caduta del ciuccio da un piano superiore direttamente sul balcone delle vittime designate, con la successiva richiesta di poter accedere all’abitazione per recuperare il “particolare” oggetto. Ad operare due donne italiane arrestate ieri dagli agenti della Polizia di Stato nel quartiere Tuscolano.

Diverse le denunce arrivate negli uffici del Commissariato Appio-Nuovo nell’ultimo periodo da persone anziane che hanno riferito agli investigatori questo particolare quanto insolito “modus-operandi” di due donne. In una delle ultime circostanze ad un uomo residente in via Genzano erano stati rubati oggetti in oro di notevole valore e denaro contante.

Ieri la decisiva segnalazione che ha permesso di individuare e bloccare le due autrici dei furti. Intorno alle ore 11:00 l’attenzione degli agenti del reparto prevenzione Crimine del Lazio è stata attirata da urla provenienti dal portone di un palazzo di via Nocera Umbra. Immediatamente intervenuti, ai poliziotti sono stati indicate le due donne che stavano fuggendo; fermate, sono state identificate e riconosciute quali autrici di un altro tentativo ai danni di una signora anziana abitante nel palazzo di fronte.

Anche in questa circostanza hanno suonato il campanello della vittima prescelta raccontando che dai piani superiori era caduto il ciuccio di un loro bambino sul suo balcone. La donna, fidandosi, le ha fatte inizialmente entrare per accedere al balcone, ma dopo pochi attimi, riflettendo sul fatto che negli appartamenti ai piani superiori non viveva nessun bambino piccolo, ha cominciato ad urlare cercando di chiedere aiuto a altri condomini.

A questo punto le due donne, vistesi scoperte, sono fuggite per le scale venendo però fermate inizialmente dal portiere dello stabile, e subito dopo dagli agenti della Polizia di Stato del Reparto Prevenzione Crimine e del Commissariato Appio-Nuovo.

Si tratta di una 23enne originaria della provincia di Siracusa, e di una 34enne romana. Le due sono state trovate in possesso del ciuccio utilizzato per compiere i furti. Entrambe accompagnate negli uffici di Polizia sono state arrestate per furto in abitazione.

Potrebbe interessarti

Commenti (4)

  • gli dessero 10 anni di carcere... poi quando usciranno... penso che ci penserebbero prima di rifarlo

  • TANTO in pochi giorni saranno fuori pronte di nuovo a derubare le persone più deboli al mondo I NOSTRI ANZIANI. Ste due infami!!!!

  • Zozze, sempre a scapito dei più deboli ed indifesi. La nostra società è finita dentro un baratro senza fondo. Penso che chi si comporti in un certo modo dovrebbe vedersi revocati tutti i diritti acquisiti dallo stato italiano ed essere trattato come latrina per i maiali.

  • Lanimadeimejomortivostri

Più letti della settimana

  • Cronaca

    Omicidio a Prati: gestore di una vineria ucciso da un tassista

  • Cronaca

    Sciopero a Roma, il 31 maggio metro e bus a rischio

  • Cronaca

    Rissa tra coppie al parcheggio del Centro Commerciale: donna stesa da un pugno

  • A Roma ci piace

    Le 10 migliori gelaterie di Roma: ecco tutti gli indirizzi

Torna su