Truffa al bancomat: "Signora le sono caduti i soldi" poi il furto della carta

Distraevano la vittima sostituendo la card con un'altra rubata per un giro d'affari da migliaia di euro al giorno. Scoperti grazie alle telecamere di sicurezza mentre prelevavano in uno sportello di via Flaminia

Una banda di truffatori composta da quattro donne tra i 20 e i 39 anni e da un uomo di 25, tutti di origini romene, nullafacenti e domiciliati al Portuense. Sono i cinque malviventi autori di numerosi raggiri messi a segno in varie zone della Capitale, ai danni di persone intente a prelevare al bancomat. Il tutto per un giro d'affari da migliaia di euro al giorno. La banda, anche grazie alle telecamere di sicurezza di alcuni istituti di credito in cui agivano, è stata sorpresa nella giornata di ieri 13 febbraio dai Carabinieri della Stazione Roma Flaminia mentre stavano prelevando con diverse carte, rubate nella mattinata, presso uno sportello bancomat di via Flaminia.

"SIGNORA, LE SONO CADUTI I SOLDI" - La banda, con un abile raggiro, distraeva l'ignara vittima sottraendole la carta bancomat sostituendola con un'altra  rubata. Adocchiata la vittima, quasi sempre anziana, i cinque entravano in azione. L'uomo faceva da palo, in modo da non far avvicinare persone che avrebbero potuto disturbare il piano. Una delle donne, dall'aspetto insospettabile, si sporgeva per carpire il codice segreto che la vittima digitava e lo annotava. Subito dopo, una ragazza distoglieva la vittima nel momento in cui stava per ritirare la carta dallo sportello, ad operazione ultimata, facendole notare che le era caduta una banconota a terra che lei stessa aveva posizionato mentre la complice, nel momento in cui la vittima si abbassava per prendere la banconota a terra, ritirava la carta bancomat appena utilizzata e ne lasciava un'altra rubata. Le carte bancomat così rimediate con i codici carpiti dalla complice venivano poi adoperate presso gli stessi sportelli bancomat o presso altri, prosciugando i conti delle malcapitate vittime prima che potessero accorgersi del furto e bloccarle.

IL VIDEO DEL COLPO

INDAGINI E PERQUISIZIONE - Dopo un'attenta analisi delle denunce delle vittime, considerati i luoghi e gli orari dei prelievi, e mirati servizi di osservazione effettuati in contemporanea presso più banche, i militari sono riusciti ad individuare la banda proprio mentre tutti e cinque stavano prelevando con diverse carte, rubate nella mattinata, presso uno sportello bancomat di via Flaminia. Immediata la perquisizione ai domiciliari di pizza Piero Puricelli, dove sono state rinvenute altre carte di credito rubate. In tutto sono circa cinquanta i colpi che potrebbero essere attribuiti ai componenti della banda smascherata dai Carabinieri sul conto dei quali sono tuttora in corso indagini.

COSA FARE IN CASO DI FURTO

MIGLIAIA DI EURO AL GIORNO - Durante le indagini è emerso che il giro di affari ammontava a migliaia e migliaia di euro al giorno. Tutto dipendeva dai limiti di prelievo che ciascuna carta bancomat rubata consentiva. Motivo per cui nel mirino della banda c'erano soprattutto i correntisti delle banche che concedevano maggiori prelievi giornalieri e mensili di contante. I cittadini romeni, sottoposti a fermo di indiziato di delitto per furto in concorso e illecito utilizzo di carte di pagamento, sono stati portati a Regina Coeli e Rebibbia, dove rimarranno a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparito da sei mesi viene trovato mummificato nel vano areazione dell'ospedale

  • Coronavirus, ordinanza di Raggi: stop a tutti i concorsi pubblici a Roma

  • Tragedia nella Metro A, morto un uomo investito da un treno alla stazione Manzoni

  • Sciopero, oggi a Roma metro e bus a rischio per 24 ore: tutte le informazioni

  • Via Pontina, precipita con la Smart dalla rampa e muore sul colpo. Gli amici lo ricordano sui social

  • Coronavirus Roma: scuole, eventi e comunicazioni alle Asl. Tutto quello che c'è da sapere

Torna su
RomaToday è in caricamento