Paura sulla linea 61: petardo dei tifosi del Galatasaray dentro il bus

E' accaduto ieri, nel concitato pomeriggio romano, all'altezza di villa Borghese. Autista accompagnato in ospedale per controlli. Danneggiata la vettura

Continua ad aggiornarsi il bollettino del pomeriggio di ieri quando gli Ultraslan hanno marciato per le vie di Roma. Alle ore 16.30 circa, all'interno di Villa Borghese, un gruppo di tifosi del Galatasaray, ha gettato un petardo a bordo di un bus della linea 61, che stava effettuando una fermata.

L'esplosione ha danneggiato la vettura, costringendo l'Atac a metterla fuori servizio. A comunicarlo è la stessa azienda di trasporti romana. 

Sul posto sono intervenute le forze dell'ordine e un'ambulanza del 118 per soccorrere l'autista del bus, che è stato accompagnato in ospedale per controlli. Le forze dell'ordine hanno disposto per alcune ore la chiusura, anche al trasporto pubblico, delle strade all'interno di Villa Borghese deviando le linee 61-89-160-490-495.  

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Politica

      Referendum, romani al voto: alle 12 affluenza al 18,88%

    • Cronaca

      Derby, controlli a tappetto: arrestato ultrà laziale. Viabilità limitata in zona Olimpico

    • Politica

      Bolkestein, Renzi apre agli ambulanti: "Proroga al 2020"

    • Incidenti stradali

      Incidente su via Pontina, scontro auto-moto: morto un 49enne

    I più letti della settimana

    • Incidente a Centro Giano: morto 23enne, giovane allenatore di pallanuoto

    • Terremoto in centro Italia: scossa di magnitudo 4.4 avvertita anche a Roma

    • Incidente a Porta Portese, scontro scooter-autocarro: morta una 18enne

    • Incidente a Porta Portese: morta Alisa, 18enne finita sotto un camion con il suo scooter

    • Incidente sul Raccordo, scooter tampona auto in avaria: grave 55enne

    • Acilia piange Alessandro, l'allenatore di pallanuoto morto in un incidente a Centro Giano

    Torna su
    RomaToday è in caricamento