Lascia numero dei familiari alla polizia, poi tenta suicidio dal Ponte di Ariccia

L'uomo è stato fermato dagli agenti di polizia prima di compiere l'estremo gesto per poi essere affidato alle cure del 118

Il Ponte di Ariccia

Ancora un tentativo di suicidio sul Ponte di Ariccia. I fatti nel pomeriggio di ieri quando un italiano di 45 anni, in preda all'agitazione, si è presentato negli uffici del commissariato di Albano dove, dopo aver consegnato un biglietto riportante un numero telefonico, ha detto ai poliziotti di volersi suicidare e pertanto di avvertire i familiari. Allontanatosi, si è diretto verso via Borgo Garibaldi in direzione di Ariccia.

SUL PARAPETTO DEL PONTE - Immediatamente gli agenti della Polizia di Stato hanno comunicato alla sala operativa quanto accaduto. I poliziotti così hanno iniziato ad inseguire il malcapitato raggiungendolo proprio ad Ariccia dove stava già camminando sul muro che funge da parapetto al ponte. Scesi dai mezzi di servizio gli agenti si sono avvicinati all’aspirante suicida e quando questo aveva ormai raggiunto il punto più alto del ponte, è stato afferrato dai poliziotti che, con non poche difficoltà, sono riusciti a trattenerlo.

SALVATO - A qual punto l’uomo ha iniziato ad urlare e a colpire i poliziotti implorando di lasciarlo stare ma è stato immobilizzato fino all’arrivo del personale del 118 che ha provveduto al suo ricoverato in ospedale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Temporale a Roma, bomba d'acqua sulla città: tre stazioni metro chiuse. Strade allagate

  • Sciopero a Roma: lunedì a rischio tram, metro e bus. Gli orari

  • Tragedia a Ostia, muore bimbo di 11 anni: si era sentito male a scuola

  • Weekend dell'Immacolata a Roma: che fare sabato 7 e domenica 8 dicembre

  • Palazzina a rischio crollo: evacuate 24 famiglie a Ciampino

  • 8 dicembre, festa per l'Immacolata e Spelacchio a piazza Venezia: strade chiuse e bus deviati

Torna su
RomaToday è in caricamento