Chiama il 112 e annuncia: "Mi sparo in testa con la pistola"

L'uomo si era chiuso in auto a Genzano di Roma ed era pronto a compiere l'estremo gesto.A salvarlo i Carabinieri

Ha chiamato il 112 annunciando il suo suicidio: "La faccio finita, mi sparo in testa con la pistola". La telefonata choc al NUE è arrivata intorno alle 17:00 di mercoledì 5 giugno da Genzano di Roma, Comune dei Castelli Romani, da parte di un uomo italiano di 50 anni. 

Annunciate le sue intenzioni i Carabinieri della stazione di Genzano hanno quindi preso tempo, impegnando l'aspirante suicida al telefono. "Ho problemi economici, non ce la faccio più a vivere così", le parole del 50enne che nel frattempo aveva caricato la pistola, una Beretta calibro 7,65 di proprietà del padre morto. 

Riusciti a convincerlo a desistere al telefono dai propri intenti suicidi, nel frattempo sulla strada dove l'uomo si era chiuso in auto con il colpo in canna, è arrivata una pattuglia dei militari dell'Arma. Posata la pistola sul sedile, le forze dell'ordine lo hanno quindi messo in salvo.

Sequestrata la pistola l'uomo è stato affidato alle cure dell'ambulanza del 118 che lo ha quindi portato all'ospedale di Ariccia sotto choc ma illeso. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

Torna su
RomaToday è in caricamento