"Quanto vuoi per cestinare quelle carte?": così una donna ha tentato di corrompere agente

La signora è stata così indagata in stato di libertà per il reato di tentata corruzione e rifiuto di generalità

Ha provato a corrompere un agente per evitare una denuncia, ma è stata a sua volta  indagata in stato di libertà per il reato di tentata corruzione e rifiuto di generalità. E' successo all’interno del commissariato San Lorenzo.

Una 50enne, innervosita per i tempi di attesa necessari alla redazione della denuncia di smarrimento del suo bancomat, ha iniziato a discutere con un agente in servizio di vigilanza al corpo di guardia del commissariato.

Nonostante l'agente le avesse spiegato le ragioni dell'attesa, lei non ha voluto sentire ragioni e lo ha insultato: "Lei dovrebbe cambiare mestiere perchè la Polizia non è cosa sua. Se l'hanno rinchiuso lì dentro non è un bravo poliziotto".

Quando la 50enne ha anche rifiutato l’esibizione di un documento, come richiestole dal poliziotto, l'agente l'ha denunciata per rifiuto di generalità. E' stato in quel frangente che la donna si è avvicinata all'agente per chiedergli quanto volesse "per cestinare quelle carte", ma è stata denunciata

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

Torna su
RomaToday è in caricamento