lunedì, 22 dicembre 9℃

Concia e Porretti: “Vietato denunciare taxi abusivi a Termini”

Anna Paola Concia (Pd) e Donatella Poretti (Radicali) raccontano di essersi rivolte a un carabiniere per denunciare i tassisti abusivi e che il militare li ha ignorati e ha identificato le due

Redazione 23 maggio 2012
1

Vietato denunciare gli abusivi a Roma Termini. Si rischia di essere denunciati. È l'esperienza che riferiscono, alla Camera, Anna Paola Concia e Donatella Poretti. Il fatto è avvenuto intorno alle 11 di martedì mattina alla stazione Termini di Roma, in piazza dei Cinquecento.

Le parlamentari  Anna Paola Concia e Donatella Poretti raccontano un'esperienza del tutto singolare che le ha viste protagoniste alla stazione Termini. Secondo quanto raccontato, le due parlamentari sono arrivate alla stazione insieme dopo aver viaggiato e alla fermata dei taxi sono state avvicinate dai tassisti abusivi. Le due hanno rifiutato di rivolgersi agli abusivi e hanno cercato un carabiniere per denunciare gli abusivi che, intanto, si erano allontanati. Trovato il militare le due raccontano quanto accaduto, ma il carabiniere risponde di non aver visto nulla e chiede loro i documenti.

Annuncio promozionale

Raccontano le due che il carabiniere avrebbe detto: “Abusivi? Io non vedo nessuno. Voi invece datemi i documenti”. Le parlamentari a quel punto mostrano le tessere di Montecitorio e Palazzo Madama. Il carabiniere comincia a verbalizzare. “Sono cose da pazzi, che fa, ora, denuncia noi?”, esclama Poretti sorridendo. Il carabiniere a quel punto chiede la collaborazione di uno dei tanti curiosi, per ipotizzare, forse, una possibile denuncia per oltraggio. «Lei ha visto che la signora mi rideva in faccia», dice il militare stando a quanto riportato. Si accalca una folla. Ma di mettere a verbale la presenza degli abusivi, nemmeno a parlarne. A questo punto Concia e Poretti sbottano: “Ci ridia i documenti, presenteremo un'interrogazione alla Camera sugli abusivi a Termini”. Parole a cui il carabiniere avrebbe risposto così: “Ah già, voi lo potete fare, voi siete la casta”.

Esquilino
abusivismo

1 Commenti

Feed
  • Avatar anonimo di Luigi Stillavato

    Luigi Stillavato Questa volta mi devo schierare dalla parte delle parlamentari, è inammissibile che le forze dell'ordine se ne freghino di chi commette reati e frodi, ma siano pronti a lavarsene le mani.

    il 23 maggio del 2012