Quadraro: tartarughe sudamericane lasciate fuori al freddo in una bacinella

L'intervento da parte delle guardie zoofile Earth. I carapaci trovati nell'acqua con il rischio di morire congelate

Le tartarughe trovate al freddo al Quadraro

Erano tenute in una bacinella con 15 centimetri di acqua in un giardino al Quadraro. A salvare delle tartarughe provenienti dal Sud America (le ibridi di Trachemis), e quindi non avezze ai climi rigidi, le guardie zoofile Earth intervenute in questi giorni di grande freddo al fine di evitare che i carapaci potessero morire ghiacciati nel posto dove erano stati lasciati. 

AMANTI DEGLI ANIMALI - Il coordinatore nazionale Earth del reparto speciale animali esotici (ECSU) Daniele D'Annibale giunto sul posto col dirigente Marcello Pisicchio, ha trovato persone molto amanti degli animali che però ignoravano completamente la provenienza delle tartarughe e le loro necessità ritenendo che, visto che le vedevano nei laghetti pensavano potessero vivere all'esterno. Le guardie zoofile hanno quindi posto le tartarughe in salvo nell'abitazione fornendo ai proprietari una scheda informativa sulle necessità della specie. 

GRANDI TERRACQUARI - "Ricordiamo che queste tartarughe - scrive Earth - in vendita per pochi euro e della grandezza di una monetina, raggiungono presto dimensioni considerevoli e necessitano di grandi terracquari. Abbandonarle in fontane e laghetti è reato e contribuisce a distruggere la fauna autoctona. Per chi ne possiede esemplari e volesse informazioni sul loro allevamento corretto scrivere ad info@earth-associazione.org".