homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

San Pietro: studentessa Erasmus violentata dal branco, due arresti

Due giovani di 23 e 26 anni avevano conosciuto la giovane in un locale del Centro. Una volta accompagnata a casa è stata ripetutamente violentata. Gli aggressori sono stati individuati

Prima l'acol e la droga, poi lo stupro. Ripetuto. Un vero e proprio incubo adesso finito. Vittima una ragazza svedese, studentessa Erasmus a Roma. Una vicenda che prende piede nella notte romana tra il 6 e il 7 settembre dello scorso anno.

DROGA E STUPRO - La donna, dopo aver trascorso la serata in diversi locali del centro della Capitale con alcune amiche, ha conosciuto tre uomini. La serata sembrava andare bene. Ma era solo il preludio di una lunga notte. Con la scusa di accompagnarla a casa, i tre l'hanno seguita all'interno dell'appartamento.

Lì è iniziato l'incubo, intorno alle 3 del mattino. Dopo averle fatto assumere droga e alcol, approfittando dello stato di incoscienza e dell'inferiorità fisica patita rispetto agli energumeni, due di loro l'hanno costretta a subire molteplici e ripetuti rapporti sessuali contro la sua volontà, mentre il terzo guardava senza agire in alcun modo per impedire la consumazione della violenza.

GLI AGGRESSORI - La vittima, dopo essersi fatta coraggio, ha poi denunciato tutto. Ad intraprendere le indagini, i Carabinieri della Stazione di Roma San Pietro che hanno individuato gli autori del crimine. Si tratta di un 23enne ucraino e di un 26enne egiziano che lavorano nel mondo della ristorazione. Mentre il terzo ragazzo è indagato a piede libero.

I due sono stati arrestati l'altra sera dai Carabinieri in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari, Dottoressa Anna Maria Fattori, su richiesta del PM Dottoressa Cristiana Macchiusi della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma. 

La Procura di Roma contesta anche al terzo uomo la responsabilità del medesimo reato indagandolo, per ora, a piede libero.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Politica

      Rifiuti, su Muraro è bufera: "Raggi riferisca in Aula sull'assessore ex consulente"

    • Cronaca

      Omicidio Settecamini, trans uccisa e gettata in un campo: è caccia al killer

    • Cronaca

      Ucciso da un poliziotto su Raccordo: "Cinque anni passati senza giustizia"

    • Cronaca

      Barolo e Moscato taroccati: sotto sequestro 400 bottiglie di vino

    I più letti della settimana

    • Porta Maggiore, scontro tra tram e treno della Termini Centocelle: 5 contusi

    • Ostia: è morto Alessandro, il ragazzo picchiato e lasciato sanguinante in strada

    • Incidente sulla Salaria: scontro auto-camper, un morto. Gravi due bambini

    • La sposa nella Pontina in fiamme: Greta e il suo abito bianco impazzano sul web

    • Orrore in una chiesa in Francia, Isis minaccia: "Ora tocca a Roma"

    • Caos sul Raccordo, serie di incidenti e auto ribaltata: traffico in tilt. Il video

    Torna su
    RomaToday è in caricamento