Stupro a San Saba: donna violentata da tre uomini, il branco finisce in galera

La violenza sessuale avvenne lo scorso mese di giugno

Immagine di repertorio

Branco in galera per uno stupro di gruppo. I tre furono trovati con i pantaloni abbassati disposti a semicerchio intorno ad una donna seminuda. Era lo scorso mese di giugno. Quel giorno le telecamere presenti sul muro perimetrale del collegio pontificio in via Ercole Rosa hanno ripreso tre uomini che, nel corso di una passeggiata insieme ad una donna, una cittadina ucraina, nel rione San Saba, hanno iniziato insistentemente a palpeggiarla, filmando con un cellulare l’intero accaduto.

Sturpo a San Saba 

A dare l’allarme al numero unico di emergenza, la guardia giurata preposta alla vigilanza dello stabile. Chiamati a verificare la segnalazione, gli agenti della Polizia di Stato hanno trovato gli uomini con le brache calate, disposti a semicerchio intorno alla donna, parzialmente vestita.

Branco a San Saba 

Dopo aver sventato il tentativo di fuga, i poliziotti hanno poi proceduto alla loro compiuta identificazione, dando così l’input alla successiva indagine coordinata dalla Procura di Roma, volta a ricostruire gli eventi.

Riscontri investigativi

Grazie alla assoluta concordanza dei primi riscontri investigativi : la testimonianza della guardia giurata e la cristallizzazione del fatto da parte degli agenti, il Giudice per le Indagini Preliminari ha accolto la richiesta di custodia cautelare in carcere, avanzata per i tre dal Pubblico Ministero, affidandone l’esecuzione agli uomini del commissariato Celio, guidati dalla dottoressa Stefania D’Andrea.

Branco in galera 

Trattandosi di tre stranieri, tutti senza fissa dimora, il loro rintraccio in diverse zone delle Capitale è stato possibile solo con un minuzioso e capillare controllo del territorio, che ha permesso agli agenti di individuare dapprima la compagna di uno dei tre e poi l’intero gruppo. 32enni, due di origine romena e uno nativo della Moldavia, sono stati  associati nel carcere di Regina Coeli.
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • Per queste brave persone niente galera...solo il taglio del pene in pubblica piazza!!!Poi vedi come passa loro la fantasia di violentare!!!

  • Alle prossime elezioni avranno la cittadinanza italiana e relativo reddito così si modificheranno le statistiche dei reati

    • NON dire queste cose altrimenti si offendono i buonisti accoglienti quelli che vogliono dare i soldi alle famiglie per accogliere i migranti !!!!!!!

  • Questi in galera ci devono marcire...

  • ora qualche giorno al caldo in cella (e visto il clima gli va pure bene) e poi di nuovo liberi per le strade della capitale in cerca di nuove avventure. ma impacchettarli e spedirli in patria no? proprio non si può?

  • non è possibile. basta ,non possiamo vivere con la paura di essere oggetto di violenza donne ,bambini ,anziani...basta ... gente che si mette al volante e poi uccide i pedoni. basta. possibile che chiunque entri in Italia faccia da padrone sulle vite degli altri?

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Morto all'Umberto I, la famiglia di Giuseppe chiede giustizia: "Cosa è successo in quelle 5 ore di buio?"

  • Politica

    Roma Tpl, è ufficiale: contratto prorogato fino al 1 gennaio 2020

  • Marconi

    Ponte Marconi, l'estate è alle porte ma della spiaggia sul Tevere non c'è traccia

  • Ostia

    Ostia: ecco l'università del mare, presentato il programma dei corsi

I più letti della settimana

  • Giro d'Italia a Roma 2018: strade chiuse e 34 linee bus deviate. Tutte le informazioni

  • Incidente via di Boccea: si scontrano taxi e scooter, morto un 43enne

  • Ecco il bus 718: dal 28 maggio la nuova linea da Portuense a Ostiense

  • Pecore tosaerba, il progetto è realtà: ecco i 20 parchi dove sarà utilizzato l'ecopascolo per lo sfalcio

  • Trascina una donna nell'androne di un palazzo e prova a violentarla

  • Trovato morto Pietro Aloise: l'uomo era scomparso da 4 giorni a Roma

Torna su
RomaToday è in caricamento