Tentato stupro a Monte Mario, c'è l'identikit dell'aggressore della barista

Proseguono le indagini degli investigatori della Squadra Mobile e del commissariato di polizia di Primavalle

E' caccia all'uomo che all'alba dello scorso 18 settembre ha tentato di stuprare una barista di Monte Mario. Tunisino di 27 anni, il giovane era in compagnia di un secondo uomo, un connazionale di 31 anni, già fermato e denunciato dagli investigatori, che dovrebbe essere un cugino del ricercato. Gli agenti del Commissariato Primavalle e quelli della Squadra Mobile, hanno già l'identikit e da subito si sono messi sulle sue tracce. A fornirglielo la 50enne romana vittima della violenza ed il secondo uomo che ha tentato di fermare lo stupratore finendo poi lui stesso in ospedale. 

Stupratore della barista di Monte Mario 

Un racconto choc quello della titolare del bar notturno di Monte Mario dove è avvenuto il tentativo di stupro. Solamente la sua reazione ha permesso alla stessa di non essere violentata. Una nottata da incubo, cominciata senza presagi di quanto accaduto, dopo che i due maghrebini avevano passato la nottata a cantare al karaoke del lounge bar. Alle 5:30, mentre la 50enne era intenta a chiudere il locale, l'incubo ha preso forma in un uomo con i pantaloni abbassati intenzionato a violentare la donna. 

Caccia al violentatore del bar a Monte Mario 

Ad anticipare la tentata violenza sessuale un'altra aggressione, perpetrata dai due cugini a danno di un collaboratore della barista, intento a mettere a posto i tavolini fuori dal bar, picchiato e rapinato della collanina d'oro dalla coppia e poi datosi alla fuga. Una rapina incipit all'ingresso dell'uomo nel locale con i pantaloni abbassati. Inteso che la situazione potesse degenerare è stato il 31enne che si trovava con il violentatore ad interrompere in un primo momento il tentativo di violenza. Un'azione che non ha sortito l'effetto desiderato con il cugino che ha poi bloccato la 50enne alle spalle trascinandola nello sgabuzzino del locale. 

Indagini sul violentatore di Monte Mario 

Stretta nella morsa del suo aguzzino, la barista romana ha però lottato strenuamente mettendolo in fuga prima che potesse consumare la violenza sessuale. Comunque ferita, la donna è stata poi soccorsa e trasportata dall'ambulanza del 118 al Policlinico Universitario Agostino Gemelli, dove è stata refertata con dieci giorni di prognosi cominciando il percorso di assistenza con il centro antiviolenza. Ascoltata dagli investigatori la donna ha raccontato quanto accaduto fornendo un indentikit dell'aggressore e del secondo uomo che si trovava con lui. 

Denunciato il complice

Già identificato e denunciato a piede libero per rapina il 31enne tunisino, scovato dalla polizia al pronto soccorso dell'ospedale San Filippo Neri dove è stato medicato dopo essere stato malmenato dal cugino, gli investigatori hanno già l'identikit del violentatore, che potrebbe aver trovato rifugio da qualche conoscente. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Casilina, il prelievo al bancomat diventa un incubo. Il racconto: "Prima il coltello alla gola, poi la rapina"

  • Politica

    Occupazioni, si lavora a nuova lista di sgomberi. Movimenti in piazza: "Ci difenderemo"

  • Serpentara-Fidene

    I rifiuti restano nel TMB Salario, personale trasferito. I sindacati: "Ama ammette rischi salute"

  • Corviale

    A Corviale passo importante verso il chilometro verde: si parte con la liberazione del quarto piano

I più letti della settimana

  • Sciopero: domani a Roma metro e bus a rischio. Gli orari e le fasce di garanzia

  • Centocelle, quartiere sotto shock: 16enne muore in piazza dopo aver bevuto un drink

  • Blocco traffico: a Roma oggi niente auto nella fascia verde, tutte le informazioni

  • Blocco auto: chi può circolare a Roma domani 13 gennaio

  • A Roma giovedì 17 gennaio 2019 doppio sciopero: le motivazioni dei sindacati

  • Cinecittà est: 22enne trovata morta nel bagno di un bar

Torna su
RomaToday è in caricamento