Calci e pugni a studentessa che rifiuta le sue avances: 24enne incastrato da un video

La giovane stava rientranto di un ostello. Dopo il primo approccio il bengalese l'ha seguita e aggredita in via Vicenza

Tentata violenza sessuale e lesioni personali. Sono le accuse a cui dovrà rispondere un 24enne cittadino del Bangladesh, sul quale i Carabinieri della Stazione Roma Macao hanno raccolto evidenti e palesi indizi di colpevolezza in ordine ad un tentativo di violenza sessuale e lesioni personali. Il suo fermo è stato convalidato ieri dal Gip, con un'ordinanza di custodia cautelare in carcere. 

I fatti 

La notte dello scorso primo maggio, l’uomo cercò di agganciare una studentessa 35enne di Portogruaro, a Roma per turismo, all’uscita di un ostello in zona Castro Pretorio dove era alloggiata e, dopo averle rivolto dei grevi apprezzamenti, allungò le mani molestandola pesantemente. La vittima, vista la situazione, tentò di allontanarsi per eludere le attenzioni dell’uomo, ma arrivata in via Vicenza, venne nuovamente raggiunta dal malintenzionato che, non avendo digerito il rifiuto, la colpì in modo violento, senza preoccuparsi nemmeno dell’arrivo di un passante, allontanandosi subito dopo averla stordita.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Le indagini 

La ragazza, medicata al pronto soccorso del Policlinico “Umberto I”, riportò lesioni giudicate guaribili in 10 giorni. Dopo la denuncia presentata dalla donna, i Carabinieri della Stazione Roma Macao hanno fatto scattare un’attività d’indagine che, in pochi giorni, grazie all’abbigliamento indossato dall’autore, minuziosamente descritto dalla ragazza aggredita e immortalato da alcune telecamere di videosorveglianza della zona, poi rinvenuto nella sua disponibilità e i tratti somatici.

I precedenti dell'arrestato 

Il cittadino del Bangladesh, che era stato prelevato dai Carabinieri nell’abitazione dove risulta domiciliato, in via Vicenza, poco distante dall’ostello dove la vittima era alloggiata, non è nuovo a questo tipo di comportamenti. Il ragazzo, infatti, il 23 aprile 2017 fu riconosciuto quale responsabile di un’altra aggressione a sfondo sessuale ai danni di una ragazza, all’epoca dei fatti 21enne, che stava rincasando in zona Cornelia. Anche in quel caso, la vittima, intuite le cattive intenzioni di quello strano personaggio che la stava seguendo, tentò di allontanarsi ma fu fatta bersaglio degli atteggiamenti violenti dell’uomo. L’aggressore, che deve rispondere di violenza sessuale e lesioni personali, è ristretto nel carcere di Regina Coeli.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Acilia: scoppia incendio in cucina, morto un anziano. Appartamento posto sotto sequestro

  • Cronaca

    Funerali di Lorenzo Sciacquatori, gli amici: "Sei un grande". Assente la figlia Deborah

  • Politica

    Vincono gli ambulanti: il M5s ritira la delibera che trasformava le rotazioni in posti fissi

  • Cronaca

    Lo sciacallo della Tiburtina incastrato da un tatuaggio: "Ora perderò il posto di lavoro?"

I più letti della settimana

  • Pesciolini d'Argento: cosa sono, come si formano e i segreti per eliminarli

  • Tor Pignattara: cadavere trovato in strada, è morto Saor il trapper di Centocelle

  • Roma, maratone ed eventi sabato 18 e domenica 19 maggio. Strade chiuse e bus deviati

  • Lo sciacallo della Tiburtina incastrato da un tatuaggio: "Ora perderò il posto di lavoro?"

  • Incidente sulla via Tiburtina: investito da un tir, morto un ciclista

  • Ciclista investito, ucciso e derubato su via Tiburtina: preso lo sciacallo

Torna su
RomaToday è in caricamento