"Onore a Luca Traini", a Ponte Milvio striscione per il fascioleghista di Macerata

La scritta è stata esposta da una decina di ragazzi. La foto è stata poi pubblicata su facebook

Lo striscione per Luca Traini srotolato a Ponte Milvio

"Onore a Luca Traini", questo l'inquietante striscione srotolato nella serata di lunedì 5 febbraio a Ponte Milvio. La scritta nera su un lenzuolo bianco è stata esposta per alcuni minuti da una decina di ragazzi. Fotografato e pubblicato sui social, gli autori dello stesso sono rimasti coperti con il volto dietro allo striscione di solidarietà. Luca Traini, 28enne di Macerata, è il giovane fascista della Lega che lo scorso 3 febbraio ha seminato il panico per le strade della cittadina marchigiana sparando contro alcuni cittadini stranieri e ferendo gravemente quattro cittadini nigeriani.

Spari a Macerata 

A creare il panico nella tranquilla cittadina di provincia Luca Traini, già candidato con la Lega, poi fermato dai carabinieri avvolto in un Tricolore. Il giovane si trova ora nel carcere anconetano di Montacuto, lo stesso dove è rinchiuso Innocent Oseghale, il nigeriano presunto assassino di Pamela Mastropietro. Proprio la tragica morte della 18enne romana, trovata tagliata a pezzi in due trolley lo scorso 31 gennaio, sarebbe alla base della sparatoria attuata da Traini.

luca_traini

Pamela Mastropietro uccisa e fatta a pezzi

Pamela Mastropietro, 18enne romana originaria di Ponte Lungo, venne trovata cadavere nella campagne di Pollenza lo scorso 31 gennaio. La giovane romana stava tentato un percorso di riabilitazione in una comunità di recupero di Corridonia. Scomparsa il 29 gennaio due giorni i resti del suo corpo vennero trovati fatti a pezzi all'interno di due valigie. Per la sua morte è stato fermato un ragazzo nigeriano, all’interno del suo appartamento di Macerata sono stati trovati vestiti insanguinati della giovane donna.

Fiaccolata a Macerata

Un delitto atroce quello di Pamela Mastropietro, che ha scosso l'opinione pubblica nazionale. Proprio a Macerta il prossimo 10 febbraio si terrà una fiaccolata in ricordo della giovane vittima, in cui è attesa la presenza dei familiari della 18nne dell'Alberone.

Clima di odio 

L'esposizione dello striscione pro Luca Traini ha trovato la ferma condanna di Valentina Rinaldi, candidata per Liberi e Uguali alla Regione Lazio: "Quanto accaduto a Roma lascia di stucco. Inneggiare ad un attentatore fascista e razzista è un atto gravissimo. È necessario non abbassare la guardia di fronte a questi atti frutto di un clima di odio alimentato dalla destra sulla pelle dei migranti. Per impedire che si ripetano fatti di questo genere occorre investire sull’accoglienza, che significa investire nella sicurezza di tutti e di tutte, sottraendo risorse alla criminalità, all’integralismo, al fondamentalismo, trasformando quello che viene considerato un problema in una risorsa".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Scomparso da Civitavecchia, il 14enne era a Bologna: così è stato ritrovato Alessandro

  • Sciopero Roma 25 ottobre 2019: metro, bus e Cotral a rischio. Orari e informazioni

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento