Vendeva hashish agli studenti fuori le scuole, poi li ospitava in casa a fumare spinelli

In manette è finito un uomo di 43 anni. Lo spaccio negli istituti scolastici della zona di San Giovanni

Immagine di repertorio

 Era diventato un punto di riferimento per gli studenti minorenni di San Giovanni per l’acquisto della droga e la sua abitazione un luogo sicuro dove consumarla. Questo è quello che è emerso al termine di un’attività antidroga portata a termine dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Piazza Dante con l’arresto di un 43enne romano, incensurato, con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti a minorenni.

L’attività antidroga dei Carabinieri rientra in un programma più ampio di controllo del territorio, ma in particolare dal monitoraggio delle aree adiacenti agli Istituti Scolastici, iniziato lo scorso settembre. I militari grazie al fermo di alcuni studenti minorenni, trovati in possesso di piccole quantità di droga, fuori dagli istituti scolastici, e in un caso, al fondamentale aiuto fornito da un genitore, sono riusciti ad arrivare al pusher.

Fondamentale è stata la partecipazione di alcune famiglie dei ragazzi fermati nel corso dei controlli, che hanno fornito agli investigatori dell’Arma, foto ed alcuni indirizzi, rivelatisi importanti per l’indagine. In un caso, una madre si è recata in caserma e avrebbe consegnato ai militari dello stupefacente, che aveva trovato a casa, all’interno di una scarpa da ginnastica del figlio, che pochi giorni prima era stato fermato fuori dalla scuola, e segnalato dai Carabinieri come assuntore.

Monitorando l’ingresso dello stabile del 43enne è saltato subito all’occhio il continuo andirivieni di ragazzi, per la maggior parte minorenni, anche in gruppi. Il blitz dei Carabinieri è scattato lo scorso pomeriggio. Individuato l’appartamento dello spacciatore i militari hanno fatto irruzione. 

All’interno tranquilli in una stanza 4 ragazzi di 17 e 18 anni, intenti a consumare uno spinello che avevano acquistato poco prima dal loro pusher di fiducia, talmente di fiducia che gli permetteva anche di consumarla in tutta tranquillità nella sua abitazione.

A seguito della perquisizione domiciliare e personale i militari hanno rinvenuto e sequestrato 80 grammi di hashish e qualche grammo di cocaina, già suddivisa in dosi, bilancini di precisione e materiale utile al confezionamento dello stupefacente e la somma contante di 200 euro, ritenuta provento della pregressa attività di spaccio.

Dopo l’arresto l’uomo è stato trattenuto presso la propria abitazione, agli arresti domiciliari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Potrebbe interessarti

  • Parcheggi di scambio: dove si trovano

  • Cinema all'aperto a Roma: indirizzi e film in programma nell'estate 2019

  • Saldi estivi a Roma, manca poco: quando iniziano

  • Come ottenere il permesso Ztl

I più letti della settimana

  • Esplosione a Rocca di Papa: crolla la facciata del Comune, 16 feriti tra loro 3 bambini. Grave il Sindaco

  • Tragedia a Torvaianica: ragazzo di 17 anni morto affogato in mare

  • Viale Marconi: violentate e picchiate in strada. Aggressore fugge e viene investito

  • Meno di 300 euro andata e ritorno da Roma a New York: ecco il nuovo volo diretto

  • Torna #vialibera: domenica 16 giugno a Roma 15 chilometri di strade solo per bici e pedoni

  • Incidente A1: auto e tir forano gomme su una buca, maxi tamponamento fra 7 mezzi

Torna su
RomaToday è in caricamento