Boccea: supplì e cocaina, arrestato pusher titolare di una pizzeria

L'attività scoperta dalla polizia seguendo alcuni assuntori abituali. Nei guai un 50enne trovato con la droga nascosta tra gli alimenti

Un pezzo di pizza e un 'pezzo' di cocaina, ma anche solamente il secondo. Questo il 'secondo lavoro' organizzato dal titolare di una pizzeria in zona Boccea arrestato dagli agenti del Commissariato Viminale, diretto dal dottor Antonio Pignataro, in seguito al continuo monitoraggio effettuato dagli agenti nella loro zona. Nei guai un 50enne italiano, con diversi precedenti di Polizia, titolare della pizzeria, dovrà rispondere di detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti.

ASSUNTORI ABITUALI - Seguendo gli spostamenti di alcune persone conosciute quali assuntori abituali di sostanze stupefacenti, i poliziotti hanno notato che da qualche tempo erano soliti utilizzare la metro per raggiungere, dalla Stazione Termini, una pizzeria sita nella zona di Boccea. Da qui il sospetto degli investigatori che dietro l’attività di facciata della pizzeria vi fosse un’attività di spaccio. I vari servizi di appostamenti effettuati hanno corroborato i loro sospetti.

SENZA PIZZA - Le persone seguite, infatti, dopo aver contattato il titolare, uscivano quasi sempre dal locale senza avere al seguito alcun genere alimentare. La mattina del 29 dicembre è scattato quindi il controllo. Nascosti tra gli alimenti, sono stati rinvenuti 5 involucri contenenti complessivamente oltre 30 grammi di cocaina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciopero a Roma: tram, bus e metro a rischio lunedì 24 febbraio. Orari e fasce di garanzie

  • Blocco traffico Roma: domenica 23 febbraio niente auto nella fascia verde

  • Perde zainetto sul bus e lancia appello: "Offro ricompensa a chi lo trova. Ci sono documenti medici"

  • Domenica blocco auto a Roma: chi può circolare domani 23 febbraio

  • Lungotevere, si scontra con un'auto e perde controllo dello scooter: così è morto l'antiquario di Prati

  • Sala scommesse come base e armi per il recupero crediti: lo spaccio violento di Pierino la Peste, er Mattonella e Ciccio

Torna su
RomaToday è in caricamento