Espulso dall'Italia e rimpatriato viene trovato a spacciare hashish a Marconi

Il 23enne è stato fermato dai carabinieri in via Gerolamo Cardano

Immagine di repertorio

Era stato già arrestato ed espulso a marzo dello scorso anno, con successivo rimpatrio, questo è quanto hanno scoperto, la scorsa notte, i Carabinieri della Stazione Porta Portese, dopo aver arrestato un 23enne di nazionalità tunisina, per spaccio di sostanze stupefacenti. 

Nello specifico, i Carabinieri nel transitare in via Gerolamo Cardano, zona Marconi, hanno notato uno scambio “anomalo” tra due giovani.

Intervenuti nell’immediato, i militari li hanno bloccati ed hanno accertato che il 23enne aveva appena venduto 2 dosi di hashish ad un giovane studente, identificato e segnalato al Prefetto. La perquisizione personale a carico del pusher ha permesso di rinvenire altre 3 dosi di hashish e la somma di 20 euro, appena intascata.

 Dopo l’arresto, il 23enne è stato accompagnato in caserma e sottoposto ad ulteriori accertamenti. Da qui la scoperta che il cittadino tunisino era stato già espulso con un provvedimento del Questore di Arezzo il 13 marzo del 2017 e rimpatriato 3 giorni dopo.

Via Gerolamo Cardano (foto google)-2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

  • In ritardo di due ore al primo giorno di scuola, le lacrime dei bambini sgomberati da Cardinal Capranica

Torna su
RomaToday è in caricamento