Malori al campo nomadi Gordiani: scoperti 14 fusti con sostanze tossiche

Nei recipienti erano contenuti idrofluorocarburi del tipo Naf S III classificati come altamente nocivi. Avviata dalla polizia locale la procedura di bonifica

I fusti tossici rinvenuti al campo Gordiani

Sono stati alcuni malesseri tra i residenti del campo nomadi “Gordiani” a far intervenire la Polizia Locale Roma Capitale. Giunti sul posto, gli agenti del Gruppo Sicurezza Pubblica ed Emergenziale hanno constatato la presenza di varie bombole di grandi dimensioni. Con l’intervento di una squadra specializzata dei Vigili del Fuoco si è potuto appurare che nei quattordici fusti, ognuno da 153,5 kg, erano contenuti idrofluorocarburi, classificati come “materiali estinguenti non esplodenti altamente tossici” del tipo Naf S III. Si tratta di una sostanza antincendio messa al bando dalla Comunità Europea fin dal 2007.

BONIFICA DELL'AREA - La Polizia Locale ha quindi avviato le procedure di bonifica facendo rimuovere il pericoloso materiale dall’unica ditta abilitata sul territorio nazionale al suo smaltimento. Il campo di via dei Gordiani ospita circa trecento persone, fra cui moltissimi minori.  Le indagini in corso dovranno anche stabilire se il ritrovamento sia un episodio isolato o sia riconducibile a un più inquietante giro di smaltimento di rifiuti tossici da parte di qualche organizzazione criminale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

Torna su
RomaToday è in caricamento