Lavatrici, tv e frigoriferi sepolti e bruciati: così smaltivano illegalmente rifiuti

I Carabinieri hanno denunciato cinque persone. Sequestrati 4 veicoli e un'area di 3.200 metri quadrati con 7.000 metri cubi di rifiuti accatastati nel suolo e sottosuolo

Smaltivano e gestivano illegalmente rifiuti speciali e ingombranti. A scoprirli i Carabinieri Forestali di Rocca di Papa che hanno rinvenuto, in un terreno di 3200 metri quadri ad Albano Laziale, un'area con 7000 metri cubi di merci accatastati nel suolo e sottosuolo. Cinque le persone denunciate. 
 
Sul suolo e nel sottosuolo sono stati trovati imballaggi per ortofrutta, cassette in legno e plastica, e rifiuti ingombranti in ferro e legno come divani, materassi, frigoriferi, televisori e lavatrici. Non solo i militari hanno anche sequestrato un camper caravan ed un cassone per camion e due veicoli marcianti utilizzati per il trasporto dei rifiuti abbandonati.

I responsabili denunciati, tre italiani e due stranieri, sono coinvolti a vario titolo nelle operazioni di trasporto e gestione illecita dei rifiuti speciali. L'operaazione ha consentito di individuare l'attività illecita resa ancor più grave dalla combustione dei rifiuti abbandonati sul suolo.  

Gli indagati avevano messo in piedi un vero e proprio sistema: i rifiuti, se non più utilizzabili, venivano sepolti o bruciati e se recuperabili venivano rivenduti conseguendo così un doppio introito sia per lo smaltimento che per la rivendita degli imballagli riutilizzabili. L'intervento ha consentito di interrompere l'attività illecita ed avviare tutte le procedure amministrative per la rimozione dei rifiuti dall’area

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta dal viadotto: morto imprenditore del crack Qui!Group

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Da Canova a Frida Kahlo, tutte le mostre da non perdere in autunno a Roma

  • Tenuta Castel di Guido, i lupi romani sono diventati ibridi. Chiesta la sterilizzazione

Torna su
RomaToday è in caricamento