Ostia piange Simone, il bimbo di 11 anni morto dopo un malore a scuola. Indaga il Pm

La Procura ha aperto un fascicolo per omicidio colposo. Il piccolo studente della prima media si era sentito male durante l'ora di educazione fisica. Aveva la passione per il calcio

Ostia è in lutto per Simone F., il bambino di 11 anni morto dopo essersi sentito male a scuola. Una tragedia che ha scosso tutto il municipio del mare di Roma con la Procura che ha deciso di vederci chiaro aprendo un fascicolo per omicidio colposo. 

Sul caso lavorano i poliziotti del commissariato di Ostia, coordinati dal procuratore aggiunto Nunzia D'Elia. Il bambino, secondo una prima ricostruzione degli investigatori, sarebbe svenuto in palestra con i sanitari arrivati sul posto che lo hanno rianimato e trasportato all'ospedale Grassi, ma le condizioni del giovane si sono poi aggravate fino al decesso.

A far chiarezza sulle modalità e l'orario di intervento del 5 dicembre, è intervenuta anche l'Ares del 118. 

"Alle ore 12.32 è giunta tramite il NUE 112, una richiesta di soccorso da una scuola di Ostia per un episodio sincopale in un bambino di 11 anni. Alle ore 12.33 terminata la telefonata è stato creato il soccorso assegnando un codice triage rosso. Alle ore 12.39 un'automedica ha raggiunto la scuola trovando il bambino privo di sensi in asistolia. Gli operatori dell'Ares 118 iniziavano dunque le manovre di rianimazione cardiopolmonare. Alle ore 12.42 giungeva sul posto anche un'ambulanza che ha coadiuvato il personale dell'automedica nelle manovre di rianimazione che sono durate più di un'ora", spiegano fonti sanitarie che poi continuano: "Il medico ha richiesto alla sala operativa l'invio di un'eliambulanza per centralizzare il paziente, vista l'età pediatrica, al Bambino Gesù di Roma. L'eliambulanza attivata alle ore 13.18 è arrivata sul luogo dell'evento alle ore 13.37 atterrando sul campo sportivo limitrofo della Stella Polare di Ostia". 

I medici, dopo un breve consulto, hanno deciso quindi che il bambino era "emodinamicamente instabile per sostenere un trasporto in volo e per questo veniva disposto un trasferimento al più vicino ospedale Grassi di Ostia in ambulanza alle ore 13.45".

"Alle ore 13.47 il paziente giungeva in codice rosso al pronto soccorso del Grassi ed alle ore 14.15 nonostante le manovre di rianimazione se ne constatava il decesso". A quanto si apprende dalla Asl Roma 3, Simone era paziente dell'ospedale Pediatrico Bambino Gesù che ne monitorava le sue costanti condizioni di salute. 

Simone frequentava la prima media dell'istituto Mar dei Caraibi che da pochi giorni (il 28 novembre) aveva ricevuto in dono dalla fondazione Giorgio Castelli un defibrillatore.

I genitori dei suoi compagni di scuola, poco dopo la drammatica notizia, si sono uniti nel dolore dei familiari. 

Lacrime versate anche dalle società di calcio di Ostia, vista la passione di Simone per il gioco più popolare d'Italia. L'undicenne, che amava anche gli scacchi, era tesserato con la Totti Soccer School.

"Con te abbiamo condiviso la passione per il calcio, con te abbiamo gioito per un gol, ci siamo consolati per una sconfitta, abbiamo vinto e perso. Ma sempre insieme. Ciao Simone", ha scritto la società della Longarina.

"Ostia tutta è stata sconvolta dalla prematura morte del piccolo Simone. Questo ragazzo di 11 anni ha accusato un malore mentre era nella palestra della Scuola "Mar dei Caraibi" ed è svenuto. Un malore improvviso dal quale, purtroppo, non si è ripreso, nonostante il trasporto al pronto soccorso con l'eliambulanza. Ci teniamo come Società Pescatori e come lidensi, a esprimere le più sincere e calorose condoglianze ai famigliari tutti, in questo momento di grande dolore. Che la terra ti sia lieve, piccolo angelo", l'omaggio della Pescatori.

Listata a lutto anche l'Ostiamare: "Una notizia davvero scioccante, per i famigliari, per parenti e amici, e per tutti noi lidensi. L'Ostiamare lidocalcio tutta si unisce al dolore dei cari del piccolo Simone, ai quali porge le più sincere e calorose condoglianze. Fai buon viaggio, piccolo angelo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, morto a Roma 33enne: è la vittima più giovane nel Lazio

  • Coronavirus, 2096 casi nel Lazio: 46 nuovi positivi a Roma. Tre cluster fanno impennare il numero dei contagiati

  • Coronavirus, a Roma 38 nuovi casi. Nel Lazio 2505 i contagiati totali, oggi la metà dei morti rispetto a ieri

  • Coronavirus: 2362 positivi nel Lazio, 73 oggi a Roma. D'Amato: "Trend regionale in calo"

  • Coronavirus, 1901 casi positivi nel Lazio. A Roma trend dei contagiati in calo

  • Coronavirus: a Roma 58 nuovi positivi, 2914 casi nel Lazio. Record di guariti nelle ultime 24 ore

Torna su
RomaToday è in caricamento