Aumenta la sicurezza stradale: “Nel 2018 nuovi semafori e pedane bus”

Lo annuncia l'assessora alla città in movimento Linda Meleo

In arrivo un aumento della sicurezza stradale in città: più pedane per i bus e più semafori intelligenti. E’ questo l’obiettivo proposto dal Campidoglio per il 2018 e annunciato dall’assessora Linda Meleo: “Per il prossimo anno sono stati messi a bilancio 1 milione di euro per la fornitura di pedane bus, i 'moli' di attesa per aspettare il mezzo di trasporto in tutta sicurezza e oltre 660 mila euro da impiegare per nuovi impianti semaforici da distribuire su tutto il tessuto urbano”.

Nuovi semafori in via della Magliana

“Nelle prossime settimane partiranno, invece, i lavori per altri impianti semaforici fra cui via delle Azzorre a Ostia e via della Magliana. Interventi sulla viabilità e la segnaletica sono prioritari per migliorare la sicurezza della città e diminuire drasticamente l’incidentalità sulle nostre strade”, ha puntualizzato l’assessora alla città in Movimento. 

#Rome4Life

Si chiama #Rome4Life l’iniziativa promossa dalla Consulta cittadina sicurezza stradale l’evento che si svolgerà nel pomeriggio di domenica 19 novembre. Un corteo per sensibilizzare i cittadini sul tema della sicurezza stradale che parte da piazza del Colosseo alle ore 15.30 e giunge all’Aranciera di San Sisto dove è previsto il convegno sulla sicurezza stradale. “Sono necessari eventi culturali e di sensibilizzazione sul tema. In questo senso l’Amministrazione ha promosso il primo evento pubblico della Consulta Cittadina Sicurezza Stradale, Mobilità Dolce e Sostenibilità con un corteo in ricordo delle vittime della strada”, ha concluso Meleo.

La giornata mondiale in memoria delle vittime della strada

La giornata mondiale in memoria delle vittime della strada” è stata proclamata dall’Onu per la prima volta nel 2005 e si celebra ogni anno la terza domenica di novembre. “La sicurezza stradale - si legge in una nota della Polizia di Stato – è infatti uno dei maggiori problemi che i Paesi europei devono affrontare. Il quarto Programma di azione europea sulla sicurezza stradale 2010-2020 quantifica un nuovo obiettivo indicando una riduzione ulteriore del 50% in 10 anni delle vittime di incidenti stradali. Già da anni in Italia è stato intrapreso un complesso percorso per fronteggiare il fenomeno dell'incidentalità”.

Alcuni dati

E’ la Polizia di Stato a fornire dati significativi in tema di sicurezza stradale. “Nel 2016 si sono verificati in Italia 175.791 incidenti stradali con lesioni a persone, che hanno provocato 3.283 vittime e 249.175 feriti, oltre la metà rispetto ai 7.096 decessi registrati nel 2001. Nel 2010 le vittime erano 4.114 e sono state in costante diminuzione fino al 2014, nel corso del quale se ne sono registrate 3.381. Unico anno che ha fatto registrare un'inversione di tendenza nel trend positivo in termini di incidentalità di tipo mortale è stato il 2015 con 3.428 decessi” hanno spiegato.  “Nel 2016 il numero dei deceduti è tornato a ridursi rispetto al 2015 ma per la prima volta dal 2001 gli incidenti e i feriti registrano un incremento, rispettivamente +0,7% e +0,9%. Anche nella Ue28, nel 2016 torna a diminuire il numero delle vittime di incidenti stradali: complessivamente, sono state 25.720 contro 26.190 del 2015. 

Le cause 

Tra i comportamenti errati più frequenti sono da segnalare la guida distratta, il mancato rispetto della precedenza e la velocità troppo elevata (nel complesso il 41,5% dei casi). Le violazioni al Codice della Strada più sanzionate risultano, infatti, l'eccesso di velocità, il mancato utilizzo di dispositivi di sicurezza e l'uso di telefono cellulare alla guida. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Raggi: stop a tutti i concorsi pubblici a Roma

  • Sparito da sei mesi viene trovato mummificato nel vano areazione dell'ospedale

  • Tragedia nella Metro A, morto un uomo investito da un treno alla stazione Manzoni

  • Sciopero, oggi a Roma metro e bus a rischio per 24 ore: tutte le informazioni

  • Via Pontina, precipita con la Smart dalla rampa e muore sul colpo. Gli amici lo ricordano sui social

  • Coronavirus Roma: scuole, eventi e comunicazioni alle Asl. Tutto quello che c'è da sapere

Torna su
RomaToday è in caricamento