"Il manganello contro le aggressioni sui mezzi pubblici"

La soluzione proposta da Barbara Mannucci

"L'ennesimo episodio di violenza avvenuto sulla linea 558 nel quartiere romano di Torre Maura a danno di una verificatrice di titoli di viaggio, dimostra ancora una volta come I'intero personale Atac sia esposto quotidianamente alla mercé di delinquenti e sbandati e come il nostro servizio di trasporto pubblico sia considerato ormai terra di nessuno". Ha esordito così Barbara Mannucci, candidata alla Camera dei deputati nel V collegio uninominale per il centrodestra.

"A quando interventi concreti?"

Non usa mezzi termini Mannucci: "Un nigeriano di 24 anni ha quasi cavato gli occhi con due penne a una giovane ragazza solo perché si era 'permessa' di chiedere a questo 'signore' sbarcato in Italia per delinquere il suo titolo di viaggio. Alcuni giorni fa, sempre su un mezzo Atac, si è registrata un'altra aggressione con bottigliate e spari ai vetri. A quando interventi concreti? A quando il rispetto di quel famoso protocollo d'intesa siglato ormai un anno fa da Atac stessa, Questura e Prefettura per spedire dI tanto in tanto le forze di polizia sui mezzi pubblici della Capitale?".

"Fino ad ora solo promesse"

"A oggi - prosegue sempre Barbara Mannucci - abbiamo ascoltato soltanto promesse, come il famigerato uso del peperoncino spray mai arrivato in dotazione ai circa 6mila autisti, e registrato zero interventi. Per uscire da questa situazione di stallo e per fermare gli episodi di violenza (dodici solo nell'ultimo mese) propongo quindi l'immediato uso del manganello sia per gli autisti che per i verificatori, nonché il titolo di pubblico ufficiale, come già avviene in Spagna, per chi conduce i mezzi e per chi controlla i biglietti".

Un attacco anche all'amministrazione pentastellata di Roma

"Mentre l'assessore aI trasporti pentastellata del comune dI Roma Linda Meleo - conclude Mannucci - continua a pensare a improbabili funivie sui cieli di Roma, sul suolo pubblico di questa città si registra ogni giorno e ogni notte il Far west. O forse, la Meleo, magari con l'ausilio delle ciaspole, ha mai viaggiato di notte su un mezzo Atac a ridosso della stazione Termini trovandosi come la sottoscritta con accanto un clochard che dormiva beato su due sedili e che faceva comodamente i suoi bisogni davanti a passeggeri e personale?".
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio al Nuovo Salario: 43enne ucciso in strada a colpi di pistola

  • Thomas Adami e Matteo Calabria, i due giovani calciatori morti su via Tiburtina: Tivoli e Guidonia sotto shock

  • Smog: blocco del traffico a Roma, stop tre giorni ai veicoli più inquinanti nella Fascia Verde

  • Tragedia sfiorata sul raccordo: ubriaco contromano provoca incidente, 5 feriti

  • Incidente sul Raccordo Anulare: si scontrano moto e camion, morto 64enne

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 25 e domenica 26 gennaio

Torna su
RomaToday è in caricamento