Tiburtina: nuovo sgombero per i migranti del Baobab, smantellata la tendopoli

L'intervento della polizia in via Gerardo Chiaramonte. Gli attivisti: "Hanno portato via i loro beni personali. Non c'è nessun piano B"

Lo sgombero alla tendopoli di Tiburtina (foto facebook Baobab Experience)

Blindati della polizia e pattuglie dei vigili urbani. Cambia la data ma non cambia il destino per i migranti della tendopoli allestita dagli attivisti del Baobab nei pressi della stazione Tiburtina, dove questa mattina c'è stato un nuovo sgombero dei cittadini extracomunitari presenti nell'area di via Gerardo Chiaramonte. Come lo scorso 13 aprile anche quest'oggi è stato attuato un "nuovo intervento per riportare la legalità ed il decoro" nell'area adiacente allo scalo ferroviario. Al termine degli accertamenti sono state controllate ed identificate oltre 100 persone provenienti da Marocco, Algeria, Eritrea, Sudan, Somalia, Siria, Iraq e Gambia. Settanta di loro sono stati poi accompagnati all'ufficio immigrazione di via Patini a Tor Sapienza per la verifica della loro posizione sul territorio italiano.

"BUTTANO TUTTO" - Un ennesimo sgombero per i transitanti che hanno trovato dimora nella tendopoli del piazzale est della stazione Tibutina, che ha trovato il commento degli attivisti del Baobab che dalle prime luci dell'alba hanno manifestato il loro dissenso per l'azione in atto a via Chiaramonte. A documentare lo sgombero una diretta facebook con video e foto della situazione: "Ecco cosa succede - scrivono gli attivisti del Baobab - buttano tutto, compresi documenti e soldi dei migranti a cui non è stato dato modo di recuperare gli effetti personali. La questura dice che la parte amministrativa del sequestro la segue la municipale, la municipale dice che è competenza della questura. Ci hanno assicurato che i beni sono solo sequestrati ma li hanno caricati su un camion dell'Ama. E l'autista ci ha confermato che è "andato a svuotare" il tutto, non certo a metterlo in salvo in municipio. Blindati, idranti e 4 camion dell'Ama. È questa, quindi, l'emergenza di Roma per il Campidoglio".

"IO MORIRO' OGGI" - Un'azione di ripristino della legalità che si è svolta senza tensioni, con alcuni migranti che hanno attuato una forma di protesta pacifica. "Yosouf del Mali si sdraia davanti alla camionetta della polizia - si legge su facebook sotto la foto del giovane davanti il blindato delle forze dell'ordine - e dice "Je vais morir ici aujourd'hui. Io morirò oggi. Sono sopravvissuto ai naufragi per essere trattato come un criminale?". 

NESSUN PIANO B - Oltre alle immagini i volontari del Baobab hanno anche postato un video attraverso il quale denunciano: "Questo è quello che succede a portara solidarietà a più di cento migranti che da stasera si troveranno molto probabilmente a girovagare per l'area della stazione Tiburtina con tutto quello che questo comporta per la cittadinanza. Siamo alle solite, non c'è nessun piano B". 

INCONTRO URGENTE CON LA RAGGI - Lo sgombero ha trovato il commento di Stefano Fassina, Massimo Cervellini e Loredana De Petris, di Sinistra Italiana (SI) che in una nota congiunta scrivono: "Oggi, è arrivato l'ennesimo sgombero dei migranti accolti dai volontari del Baobab in un parcheggio abbandonato nei pressi della Stazione Tiburtina. Nella logica dei Decreti Minniti, di fronte alla colpevole disattenzione del IV Municipio e del Campidoglio e del disinteresse della Regione Lazio, si rimuovono gli effetti senza affrontare le cause: qui, a Roma, la carenza strutturale di posti per l'accoglienza nel circuito istituzionale. Da stasera, un centinaio di persone, inclusi bambini e donne, non avranno neanche più una tenda e un piatto di pasta. Saranno per strada in una condizione certo più difficile sia sul piano sociale che della sicurezza. Chiediamo un incontro urgente alla Sindaca Raggi per conoscere come l'amministrazione intende affrontare il problema che rimane, ancora più acuto dopo lo sgombero del Baobab".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 13 contagi in 24 ore nel Lazio. "Preoccupazione per aeroporti e stazioni di Roma"

  • Coronavirus: nel Lazio per la prima volta il numero dei guariti supera quello dei positivi

  • Coronavirus, a Roma appena 2 nuovi contagi in 24 ore: sono 3055 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus, a Roma 3 nuovi casi in 24 ore: 3163 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus: 10 nuovi positivi nel Lazio, dal 3 giugno sorvegliati speciali stazioni ed aeroporti

  • Coronavirus, a Roma tre nuovi casi. Altri due nel resto del Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento