Ponte di Nona, sgomberata la palazzina occupata in via Cerruti

Le forze dell'ordine sono intervenute intorno alle 8 e 30. Nella struttura si erano introdotti abusivamente lo scorso 6 aprile 53 nuclei familiari, per un totale di circa cento persone

Sgomberata questa mattina la palazzina occupata di via Cerruti a Ponte di Nona. Intorno alle 8 e 30 le camionette delle forze dell'ordine hanno circondato lo stabile intimando alle persone presenti, tra cui anche molti bambini, di uscire. In totale, sei blindati della Polizia, tre dei carabinieri e un elicottero. Nelle operazioni di sgombero è stata utilizzata anche una ruspa, “per abbattere le 'barricate' che avevamo posto all'entrata principale” racconta un occupante. Per controllare le operazioni, come raccontano i presenti, le forze dell'ordine sono entrate anche sui balconi delle palazzine circostanti.

Nella palazzina di proprietà di Fabrica sgr del gruppo Caltagirone, occupata da Action il 6 aprile scorso, abitavano 53 nuclei familiari per un totale di circa cento persone. “Tutto è iniziato stamattina quando un camioncino dell'Acea è arrivato per controllare i nostri contatori. Siamo usciti per capire cosa stava accadendo e ci siamo accorti che stavano arrivando le forze dell'ordine in tenuta antisommossa” racconta un occupante. “Siamo ancora sotto choc” racconta un occupante. “Al momento non abbiamo alternative alla strada. Dall'amministrazione comunale non è arrivata alcuna proposta”.

Attorno alla palazzina nei mesi scorsi si era sollevata più volte la polemica dei comitati cittadini che non hanno mai visto di buon occhio l'occupazione. Alla notizia dello sgombero, su Facebook il comitato di quartiere Ponte di Nona ha mostrato soddisfazione parlando di grande battaglia per la legalità.

Action ha definito lo sgombero un "favore a Caltagirone", sostenenendo che il palazzo occupato era diventato un "punto di riferimento importante per il quartiere". Esulta invece il Comitato di quartiere Ponte di Nona che parla di vittoria della legalità. Inoltre aggiunge il comitato Nuova Ponte di Nona "neghiamo nella maniera più assoluta che l'occupazione stava diventando una vicenda preziosa per tutto il quartiere. Al contrario era fonte di tensioni e comune causa di danni economici".

Questo il comunicato della Questura: "Dalle prime ore di questa mattina personale delle Forze dell'Ordine e della Digos della Questura di Roma è stato impiegato nelle operazioni di sgombro di un palazzo in zona Ponte di Nona. Il palazzo era stato occupato dagli aderenti ai movimenti per la casa lo scorso 6 aprile, e una volta terminate le operazioni senza registrare particolari criticità, è stato messo in sicurezza e riconsegnato ai legittimi proprietari. All'interno sono state trovate diverse persone che non hanno opposto resistenza alle operazioni, e che al momento sono assistite dai preposti servizi del comune per trovare una ricollocazione".

LEGGI IL COMUNICATO DI ACTION

I RESIDENTI ESULTANO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prendevano la pensione dei genitori morti vent'anni fa: danni all'Inps per 3 milioni di euro

  • Scuole chiuse a Roma per maltempo: la decisione del Campidoglio

  • Non rientra a casa e i genitori denunciano la sua scomparsa: trovato morto dopo incidente stradale

  • Five Guys, il colosso americano di burger and fries inaugura a Roma

  • Sardine a Roma, sabato la manifestazione: chiusa metro San Giovanni e bus deviati

  • Incidente sul Raccordo Anulare: scontro auto-moto, morto centauro

Torna su
RomaToday è in caricamento