Maxi abuso in via della Marranella: sigilli a nuovo "mostro" di cemento

Da tempo i cittadini avevano segnalato il caso a forze dell'ordine e amministrazione. Il proprietario è lo stesso dell'ex cinema Impero

Il palazzone in via Marranella

Sigilli al civico 112 di via della Marranella. I vigili urbani del V gruppo sono intervenuti il 27 agosto, contestando abusi edilizi ai proprietari di uno stabile in ristrutturazione. Ci speravano i residenti, che avevano notato subito gli eccessi dei lavori. Da tre a otto piani, nel cuore di Torpignattara. Un palazzone moderno, bianco e arancio acceso, che svetta solitario verso il cielo, in contrasto evidente con le più sobrie casette vicine color mattone, di massimo tre, quattro piani. I cittadini, quelli più attivi, lo hanno notato subito. E in più occasioni si sono rivolti con esposti e denunce all'amministrazione pubblica: è tutto in regola?

Sembrerebbe di no. Al proprietario che ha disposto i cantieri viene contestato l'articolo 44 del Testo unico dell'edilizia (dpr 380/2001): "esecuzione in totale difformità o in assenza del permesso di costruire". Le irregolarità, secondo quanto si apprende, sarebbero legate alla validità del titolo rilasciato quale autorizzazione ai lavori. Uno stop accolto con clamore nel quartiere. "Mi sono accorta subito che l'intervento era d'impatto, abito proprio davanti - racconta a RomaToday una residente che preferisce restare anonima - e mi ha colpito il pochissimo tempo in cui gli operai hanno tirato su il manufatto. Pochi mesi. Ho chiamato più volte i vigili che mi hanno sempre detto che avrebbero segnalato agli uffici tecnici. Ma non seguiva nessun tipo di intervento". 

Tra i primissimi a sollevare la questione il consigliere della lista Marchini Fabio Piattoni (V municipio). "Insieme all'Avv. Alberto Carluccio e con l'appoggio di altri abitanti della zona ho effettuato un accesso agli atti già dal luglio 2017 su queste DIA e SCIA (la 11016 e succ. var. 49313 sono maturate in questa consigliatura tra il 2017 e 2018) con evidenti ritardi e risposte parziali dagli uffici competenti. Ci siamo impegnati da subito per avere chiarezza su quanto stava accadendo, ma la documentazione completa (o ritenibile tale) ci è stata consegnata solo nel Luglio 2018 dopo altri nostri solleciti". Un iter andato avanti mesi senza che arrivassero risposte. "Ci impegniamo ora per avere maggiori riscontri sulla maturazione di tale provvedimento". 

Già, cosa accadrà adesso? Il timore è che il "mostro" di cemento finisca nel dimenticatoio, ennesimo ricettacolo di incuria. Un po' come già accaduto all'altro stabile, più noto, sempre di proprietà della famiglia Longobardi: l'ex cinema Impero di via dell'Acqua Bullicante, sito nello stesso complesso immobiliare. Dopo anni di silenzio e di locali abbandonati, è arrivato un polo culturale con sale adibite a laboratori teatrali. Ma ci sono voluti forti pressioni dal quartiere. Che ora ha paura di un nuovo covo di degrado dietro casa.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (40)

  • voi che vi piace denunciare ma avete tutte le carte in regola.avete l'agibilità?tutto accatastato regolarmente??

    • Caspita, complimenti per la sfrontatezza. "Rispetto delle regole" e "senso civico" (è italiano anche se probabilmente per lei è ostrigito).

      • Ostrogoto! ????????

      • Lei, Tullio, non denuncia perché non è in regola con qualcosa?

    • Si

  • sarà occupato nel degrado più assoluto

  • ma se fai una tettoia ti prendono al volo e questi li fermano dopo aver finito una cosa del genere?

    • Questo è semplicemente allucinante!

  • eppure se non paghi il parchimetro i vigili ti beccano subito............mentre un palazzo di 8 piani abusivo e' sfuggito al loro occhio attento............poveri noi contribuenti! come vengono utilizzate malissimo le nostre tasse

    • Se nessuno denuncia con esposti scritti ed atti formali nessuno farà mai nulla per fermare queste cose, denunciare é un dovere civico

      • Concordo completamente. In tanti si lamentano, in pochi agiscono, in pochi biasimano pubblicamente chi trasgredisce. Cominciamo dalle cose banali, anche semplicemente chi si ferma in doppia fila e sembra farci un favore a spostare la macchina... biasimiamo chi lo fa invece addirittura di ringraziare chi trasgredisce e ci consente di spostare la nostra auto ben parcheggiata. E così per tutto il resto. La nostra libertà finisce dove inizia quella degli altri, denunciamo che ascolta la musica ad alto volume a tutte le ore del giorno e della notte, denunciamo chi ristruttura gli appartamenti senza autorizzazione, denunciamo chi non rilascia fattura, denunciamo chi non rispetta i contratti, denunciamo chi fa le "creste" sulle spese condominiali, denunciamo chi getta i frigoriferi di fianco ai cassonetti della spazzatura ecc. Invece la realtà è che purtroppo troppe persone sono omertose e preferiscono lasciar correre piuttosto che esporsi.

      • ok ma te hai mai denunciato uno che non aveva pagato il parcheggio??!! io MAI!! eppure le multe fioccano. poi mi trovi d'accordo sul fatto che denunciare e' un diritto e dovere del cittadino.......non un infamita' , come alcune menti ottuse e sottosviluppate ci fanno intendere

        • Io sono un abituale utilizzatore della App SUS (Sistema Unico di Segnalazione) del comune di Roma, con il quale abitualmente denuncio sosta selvaggia, discariche, insediamenti abusivi e tanto altro... Denunciare non è mai stato così semplice ed efficace, se solo uno lo volesse e non considerasse infami chi lo fa, o aspettasse sempre che qualcun altro lo faccia al posto suo

          • userò anche io questa app. grazie

          • Il sistema unico di segnalazione è una barzelletta. Ho segnalato mercatini abusivi e divieti di sosta, anche su scivoli disabili, e dopo due o tre ore tutto era come prima.

            • Se leggi bene, c'è una tipologia ben precisa di segnalazioni che comporta un obbligo d'ufficio (art. 328 cpp), quali la sosta su attraversamenti pedonali, marciapiedi o quando provoca intralcio, per le quali la polizia locale interviene subito, per altre vengono passate a programmazione e gli interventi eseguiti in base alle priorità. E tu hai sempre il diritto di fare una richiesta di acceso agli atti (l. 241/90) per conoscere gli esiti delle tue segnalazioni. Queste sono le basi che ogni cittadino dovrebbe conoscere e praticare quotidianamente invece di rassegnarsi e lamentarsi e basta

              • Di segnalazioni ne ho fatte a centinaia ma senza risultato. Gli esiti della segnalazione sono una barzelletta addirittura i vigili nell'esito segnalano che non hanno i carro attrezzi ????????. Per l'accesso agli atti, ho perso mezza giornata per leggere .......

  • Come lo ha tirato su, si deve obbligare a pagare una ditta per tirarlo giù.

  • Possibile che ne nessuno si sia accorto dei lavori di un palazzo di otto piani? Ora metteranno i sigilli e il palazzo diventerà l'ennesimo luogo di incuria del quartiere con sbandati e poveri cristi che in qualche modo troveranno il modo di entrarci e restarci aumentando disagi di un quadrante di quartiere già messo abbastanza male.

    • Anche la Nuvola di Fuksas è mezza abusiva...hanno costruito sul marciapiede e adesso ci mettono le pezze. All'inaugurazione in pompa magna non è saltato fuori niente ....di che stiamo parlando

      • Per quel che vale concordo con lei Mario. Giustissimo denunciare, ma i primi responsabili sono le istituzioni.

    • Bastava una mail con un esposto scritto all'ufficio tecnico, scommetto che nessuno l'ha fatto ed ecco il risultato

      • Stiamo parlando di un palazzo di 8 piani, mica di una discarica abusiva, una costruzione del genere non vai a pensare che sia abusiva. Con chi te la stai prendendo ?

        • Se é per questo l'Italia ne è piena di ecomostri abusivi, me la prendo con chi si lamenta e basta ma delega l'obbligo di controllo e di denuncia ad altri non ben identificati, presunti uffici (che non esistono) che dovrebbero andare in giro con il metro a controllare le decine di migliaia di permessi edilizi rilasciati in giro per Roma

          • Premesso che la denuncia è un diritto e dovere civico di ogni cittadino, non è che si possono delegare ovvero deputare i cittadini al controllo del territorio (soprattutto per casi del genere), lo devono fare gli opportuni organi Comunali nonché la A.G.. Ci tengo a tal proposito a ricordare che c'è l'Ufficio Ispettorato Edilizio che svolge, tra gli altri, anche compiti di prevenzione e repressione delle opere abusive.

      • fammi capire: qualcuno tira su un palazzo di OTTO piani abusivo e se nessuno lo ferma è colpa dei cittadini che non hanno mandato una mail? ma che davero basta una mail per impedire gli abusi? ma allora ne mando dieci al giorno e tutto si risolve

      • L’articolo cita testualmente che : “ ( I cittadini ) si sono rivolti con esposti e denunce all'amministrazione pubblica “. Quindi hanno fatto il loro dovere civico. Risultato : niente di fatto.

        • Nessuno conosce lo specifico di quali denunce sono state fatte e come. É probabile che ci fossero complicità e coperture nell'ufficio tecnico, questo non mi stupirebbe, ma per esempio é solo con le denunce e gli esposti che finalmente mezzo ufficio tecnico a Ostia é stato arrestato e il municipio commissariato per MAFIA, posso assicurarti che ora non é più come prima... Quindi denunciate gente, denunciate!

          • Vieni al mio punto : proprio per questo motivo dovrebbero essere puniti coloro che dovevano vigilare e non l’hanno fatto.

            • Non esiste un obbligo di vigilare per la PA, casomai esiste un obbligo d'ufficio di fronte a una denuncia, oltre chiaramente a quello di rilasciare permessi conformi alle leggi

  • facciamoci un centro d'accoglienza per i migranti

    • tanto torpignattara è gia un ghetto. Mettiamocene altri!

  • Dovrebbero essere puniti anche coloro che dovevano vigilare e non l’hanno fatto. Nel mio lavoro se sbaglio pago.

    • giusto

      • Peccato che vigilare è denunciare é un dovere civico di tutti i cittadini, ma quanti lo fanno e si limitano invece a lamentarsi e prendersela con il governo ladro perché piove?

        • la tua spiegazione è un po' semplicistica, ovvero implica l inutilita di tutta la struttura pubblica atta a sorvegliare ed amministrare. ovvero stai dando dell inutile a PS, VVUU, ASL, comine e circoscrizione.

          • Beh, l'hai detto tu... Ad ogni modo, non è realisticamente né economicamente pensabile aspettarsi che quelli che tu citi riescano a controllare anche il 10% di quello che ci sarebbe da controllare, così come meno del 10% dei professionisti ricevono controlli fiscali, a meno del 5% viene controllato il biglietto sul bus, etc. Solo se ci sentiamo TUTTI controllori può forse cambiare qualcosa, ho vissuto per anni in Svizzera e in Francia e ti assicuro che su questo c'è un ABISSO che ci divide e ci condanna...

  • mo' demolitelo a titolo di esempio

    • Avatar anonimo di dario mizzico
      dario mizzico

      Oppure (se fattibile) sequestro e destinazione a case popolari.

      • la legge dice demolizione degli abusi o qualora NON fosse possibile acquisizione del bene e messo a disposizione del comune.

Notizie di oggi

  • Politica

    Ama, finisce l'era Bagnacani: Raggi cambia per la quarta volta i vertici dell'azienda

  • Cronaca

    Manuel Bortuzzo: la forza di non arrendersi mai, inizia la riabilitazione. Il video messaggio

  • Politica

    Occupazioni, iniziato il 'trasloco' delle famiglie di via Carlo Felice

  • Cronaca

    Ciampino: tragedia sul lavoro, si ribalta con il bobcat. Morto un uomo

I più letti della settimana

  • Strade chiuse e bus deviati: il 14 febbraio attesi 5000 gilet arancioni. In serata la Lazio in Europa League

  • Roma, strade chiuse e bus deviati sabato 16 e domenica 17 febbraio: tutte le informazioni

  • Il Treno della Neve: da Roma a Roccaraso in carrozze d'epoca

  • Tragedia a San Giovanni: precipita dal sesto piano, morta 17enne

  • Bambina di 22 mesi in ospedale con traumi alla testa, è grave. Arrestato il compagno della madre

  • Bambina picchiata dal compagno della madre: morsi e ferite alla testa, resta in gravi condizioni

Torna su
RomaToday è in caricamento