homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Torpignattara, sequestrato Lidl aperto da una settimana

Sul posto gli uomini della sezione giudiziaria della Polizia Locale presso la Procura di Roma. Si contesta un presunto abuso edilizio. Contro la struttura mesi e mesi di proteste di comitati, associazioni e municipio

Il supermercato sequestrato

Sigilli al centro commerciale Lidl, aperto appena una settimana fa. La struttura in via dell'Acqua Bullicante è oggetto di sequestro da questa mattina, su disposizione del sostituto procuratore D'Ovidio. Sul posto gli uomini della sezione giudiziaria della Polizia Locale presso la Procura di Roma, che hanno prima disposto l'allontanamento dei dipendenti già a lavoro, poi la chiusura del mega supermercato.  

A quanto si apprende, le indagini in corso sono legate a un presunto abuso edilizio, in violazione dell'articolo 44 del testo unico per l'edilizia (380/01), e abuso d'ufficio (art. 323 del codice penale) per tre dipendenti capitolini. Ricapitolando, l'azienda ha comprato il terreno, compreso tra via di San Vito Romano e via di Villa Santo Stefano, da una società immobiliare della zona nel 2014, e ottenuto la licenza a edilizia lo scorso aprile. Sul terreno però, non avrebbe potuto costruire, perché nelle autorizzazioni fornite dal dipartimento Attività Produttive, manca la certificazione di dismissione delle attività artigiane che per anni hanno lavorato nei capannoni presenti sul terreno. Da normativa, l'area doveva essere libera dal 2010. E invece, al momento del rilascio dei permessi, un fabbro ancora operava all'interno di una delle strutture.

Una lotta aperta del territorio contro quel cantiere che ancora una volta dava la precedenza al cemento sul verde. Un supermercato che in molti non avrebbero voluto, nel quartiere a più densità abitativa della città dove aree ludiche per bambini e famiglie scarseggiano. E che il coordinamento No Cemento a Roma Est aveva ostacolato carte alle mano.

seqlidl-2Già gli attivisti parlavano di permessi assenti, o comunque non legittimi. In particolare puntavano il dito, dopo infinite richieste di accesso agli atti al dipartimento di via dei Cerchi, contro la mancanza della certificazione della dismissione degli edifici preesistenti. Quando il cambio di destinazione d'uso fu accettato, c'era ancora chi in quell'area stava lavorando. 

Commenta il sequestro tramite nota stampa l'esponente di Sel, Gianluca Peciola: "E' un risultato importante il sequestro del centro commerciale Lidl in zona via dell'Acqua Bullicante, aperto da solo una settimana. Un risultato ottenuto grazie alla mobilitazione dei comitati e dei cittadini che avevano sollevato dubbi sulla regolarità della procedura di concessione dei permessi a costruire. Come Gruppo Sel in Campidoglio abbiamo da subito sostenuto questa mobilitazione con numerosi atti. I sigilli di oggi dimostrano che i dubbi erano fondati e che sembrerebbero esserci state diverse violazioni. Le due Commissioni capitoline Commercio ed Urbanistica avevano chiesto la sospensione per autotutela dei lavori fino al chiarimento relativo proprio agli atti su cui la Procura di Roma ha aperto le indagini. Ringraziamo la Procura per aver ascoltato le ragioni dei comitati e dei cittadini, nonchè le nostre a sostegno di una battaglia per la legalità e per la verità intorno a quello che abbiamo da subito definito un abuso". 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (85)

  • Io non capisco una cosa, l'area è privata, non è mai stata pubblica, è stata riqualificata e vi lamentate? Caro comitato ormai le cose sono fatte!! Volete il parco, voltete gli alberi, volete fruire di un piccolo polmone verde dove protare i vs bambini, dove gli anziani possono fare aggregazione sociale? C'è sempre il pratone di via Maddaloni, anch'esso di privati e anch'esso va bonificato e soprattuo, fatto da non sottovalutare espropriato. Secondo voi ad i proprietari cosa interessa bonificare quell'aera se il comune o qualcun'altro non offre nulla??

  • Chiuso il LIDL via Acqua Bullicante. Nessun quotidiano ha riportato la notizia, non è importante? Invece si che è importante.MAFIA CAPITALE continua. Come mai i VVUU erano andati quando stavano costruendolo hanno fermato i lavori e dopo qualche giorno sono di nuovo iniziati i lavori fino all'apertura del Supermercato???A quanto (pareva) erano a posto con le autorizzazioni. Dopo una settimana i sigilli?? Qualcosa non quadra. I Sigilli a ROMA CAPITALE quando li mettono???? Dovrebbero arrestare chi ha dato i permessi.

    • che che cacchio dice che era su repubblica.

  • Signori purtroppo sono due situazioni diverse perche si parla di occupazione illecita del suolo mentre si parla di crescita sviluppo ecc. Certo io non direi no ad un Supermercato che porterebbe piu posti di lavoro (Legali) vista la mancanza degli stessi, ma allo stesso tempo sarei contento sè la struttura in cui lavoro mi garantisse pace e bene, visto che comunque i poveri lavoratori del nuovo Lidl si sono trovati di nuovo messi fuori. Purtroppo l'Italia è diventato un gira e rigira di cose viste e riviste, di fatti importanti evidenziati al trasparente e piccole sciocchezze messe all'attenzione di tutti perche il politico di turno o lo stato ci ha messo lo zampino e mostra quanto è forte, stupidi noi che applaudiamo subito alla prima operetta messa in atto. Saluti a tutti da Napoli e un Bacio alla bellissima Roma

  • Pienamente condivisibili le opinioni postate dai commentatori Mario, Alex e in particolare Andrea A. Torpignattara ha problemi veramante seri di ogni genere, la creazione di nuovi posti di lavoro, la bonifica di un tratto di terreno dov'è attualmente il discount ha implentato la qualità di quel tratto di zona offrendo un servizio in +

  • W l'ITALIA LIBERATA ( se non la liberavano non ci stavano I SIGNORI DELLA POLITICA e DELLA CORRUZIONE) ora il problema è: se LIDL non dovesse riaprire che ne sarà dell'edificio?? Ma certo. OKKUPATO DAI CENTRI SOCIALI, non prima che ZINGARI RUMENI si fregano qualunque cosa "commestibile" Dopo non servono autorizzazioni.

  • conoscendo bene la zona dico solo che i problemi in quell'angolo di Roma sono ben altri e che in fondo quel supermercato avrebbe dato un tocco di ricrescita alla zona....ma in Italia si guarda il dito e non la luna

  • Riccardo, a me l'illegalità non va bene, per favore vada a far rispettare la legge all'ExSnia. Prima di tutto la legalità! Bisogna sgombrare le occupazioni abusive, di pochi prepotenti che rubano beni pubblici, alimentando degrado e incuria, a danno dei cittadini onesti che pagano tasse e lavorano.

    • li dentro si fuma si vende birra si commercia, le forze dell'ordine non possono entrare, sono abusivi non pagano un c@zz@ di tasse e parlano pure

      • guarda ti do ragione perchè a me non sono stati mai simpatici ...ma in questo modo trovo un luogo che a parte il mercatino che si fanno questi ragazzi cresciutelli rimane un posto aperto a tutti e il verde rimane alla cittadinanza...mentre se facessero costruire rimarrebbe privato e il verde verrebbe cementificato

  • Già ha chiuso? Sono contento che gli uomini della polizia locale abbiano interrotto questa attività illecita, che uomini! Ma non era meglio adibire quell'area a spazio verde pubblico? Ma il Signor Comune, invece di creare un bel giardino pubblico che desse un senso a quella via, permette ad un privato di costruire una baracca abusiva fatta coi vetri? Ma ora, quell' area, diventerà il bivacco di qualche zozzo vagabondo?

  • Il nuovo Lidl era una cosa troppo bella per questa latrina di quartiere. Il nuovo parco giochi con prato curatissimo, gli alberi nuovi, la qualità/prezzo dei prodotti del Lidl? No, certi vostri concittadini preferiscono lo schifo immondo che c'era prima, e che c'è tutt'ora nei dintorni. Si ergono a paladini della giustizia, della legge dei cavilli burocratici. Ricordateli piuttosto come principali difensori della latrina in cui vivete.

    • La sua miopia nel considerare l'insieme delle dinamiche in atto, mi ricorda le dichiarazioni, per fortuna sempre più rare, rilasciate da cittadini di paesi in mano a mafia e camorra completamente assuefatti allo squallido compromesso cui sono scesi pur di sopravvivere "senza troppi problemi" nel loro angolino di mondo perfetto.

      • la sua miopia..ahahahaa abbiamo un terreno adiacente di 24000 mq sequestrato per camorra, un'altro a venti metri di 2000 mq confiscato ed ora in mano allo stato, confluire le energie per fare qualcosa li nooo?? la politica falsa e retrograda vi uccide siete ancora troppo comunisti

      • Forse la miopia non è del sig Alex. Non si capisce perché per questo eco mostro c'è stata una mobilizzazione immensa fino a far rispettare i cavilli burocratici in cui questa ns città sta affogando, mentre per le tantissime illegalità che vediamo tutti i giorni a Torpignattara nessun comitato muove un dito questa secondo lei sig. Daniele non è ugualmente mafia?

  • Cosa accadrà ora? Anni di contenziosi legali... Ev. processo per abuso edilizio. La struttura resterà in piedi, in attesa del giudizio definitivo si può chiedere l'apertura provvisoria in attesa che si stabilisca la verità. E' il bello di questo paese. Comitati contenti (abuso presumibilmente accertato e sanzionato), proprietà contenta (potrà continuare a lavorare), operai contenti idem. Ricordatevi il caso dei capannoni del P@l@cavicchi. Dichiarati in larga parte abusivi e non condonabili, con ordinanze di demolizione, ma dopo anni ancora tranquillamente in piedi. Signor Riccardo, l'ammiro per come ci crede ancora, l'ammiro per quello che avete fatto, però non se la prenda per come finirà questa storia.

    • La mia lotta non termina qui. Continuo a muovermi perché la legalità sia ristabilita. E so già che mi dovrò anche sbattere per manifestare al fianco di quei lavoratori che ora, presi in giro e buttati in mezzo sperando che la loro situazione precaria smuova cose e li salvi dalla condanna. E continuerò a lottare per non far cadere quella zona nel degrado, per farla espropriare all'immobiliare o quantomeno obbligarla a ripristinare l'intera alberatura. E più gente ci darà una mano, più è possibile che invece di un capannone cadente, si ottenga qualcosa di bello. Certo è che se tutti stanno in finestra a guardare, ben poco si otterrà, ma questo non farà desistere chi non ha desistito prima.

  • infatti la colpa è di chi gli ha dato i permessi, non di chi non ha manifestato o di chi va a fare la spesa là. Per Riccardo: io starò anche a casa a fare il nulla come dici tu ma se nell'animo avessi la voglia di lottare per la legalità come ce l'hai tu avrei l'imbarazzo della scelta e non "selezionerei" le proteste né su base politica né su base razziale. hai manifestato contro gli zingari che occupano illegalmente? contro le frutterie (e non solo) che occupano marciapiedi nei quali neanche riesco a passare con la carrozzina? allora si, pretendo che Voi facciate le lotte che io non ho voglia di fare. Ad ognuno il suo mestiere, io sono quella passiva e tu, dato che sei quello bravo e attivo, protesta per tutti.

    • Perché lei sa cosa faccio io nella vita? Quali battaglie combatto? Quanto tempo della mia vita dedico e a cosa lo dedico? Il volontariato che faccio? Preferisco scegliere le mie battaglie, magari ogni tanto sbagliando anche qualche priorità, che delegare ad un altro la scelta della lotta per poi lamentarmi che c'erano cose più importanti da fare. Purtroppo non posso lottare per 100 cose insieme e quindi so che di tanto in tanto, nel portare avanti le 4-5 attività che porto avanti, forse ho perso di vista qualcosa di importante, ma sempre meno di chi non fa niente e poi critica no? Chi vuole che si facciano alcune lotte, le metta in moto e non chieda a chi già dedica il proprio tempo a queste cose di lottare per loro.

  • Ma scusate ma invece gli abusi edilizi e/o occupazione della Snia Viscosa sulla prenestina vanno bene?? Stanziare 100 mila euro o presunti tali per un lago che al momento è abbandonato e non utilizzato come "verde pubblico" va bene?? Non vedo manifestazioni in tal senso... eruDITEMI !??

    • basta chiedere al Sig. Riccardo visto che presiede tutti gli incontri con il presidente Palmieri“

    • Mi correggo 500 mila euro non 100 mila...

    • Quelli sono abusi di serie B, fatti a fin di bene, per il popolo... non può paragonare le due cose... Se invece della Lidl ci fosse stata la Coop o la Conad ci sarebbero stati gli stessi problemi... Forse!

      • quoto

      • Lidl ha fatto una cosa bellissima per il bene di tutto il quartiere. Nessun'altra azienda avrebbe creato il parco giochi e piantato gli alberi come ha fatto Lidl. Nessun'altra azienda ha il rapporto qualità/prezzo del Lidl. L'exSnia invece è una latrina, una occupazione abusiva, ILLEGALE, di pochi prepotenti che vivono da parassiti ai danni dei cittadini onesti che pagano le tasse e lavorano.

  • è tutto secondo i piani...gia sanno di provarci e avere torto ma fanno in tutta fretta l'opera....quindi nel frattempo "occupano lo spazio" ....poi tanto mettono in mezzo avvocati,gli operai che rimarrebbero senza lavoro ecc ecc ...se teoricamente non si poteva fare chi gli ha dato il permesso? ....tanto alla fine ormai l'opera è fatta non la butteranno giu..anche perchè il negozio in questione fa parte di una grande catena

    • Tristemente vero. Palmieri, con quell' esseruccio della Petroletti, hanno avuto l'occasione di fare qualcosa ma se la sono fatta sotto dalla paura... Ci sono stati giorni in cui là sotto, a fare presidio, eravamo in 5. Perché la legalità, in questo paese, non conta niente nemmeno per la gente. E tutti ad indignarsi per i furbetti del tesserino, per i fannulloni, per i raccomandati... poi però se il supermercato sotto casa è comodo, l'illegalità non è poi tanto grave, che vuoi che sia, un permesso fasullo, una certificazione falsa, basta pagare una multa no? E alcuni amici si stupiscono se sto crescendo mia figlia con il desiderio di vedere il mondo e magari vivere altrove

      • porta tua figlia a vedere quello che c'è accanto al Lidl, e poi al parco giochi fatto da LIdl, e digli: vedi figlia mia? Mi sono battuto affinchè tu possa crescere circondata dalla latrina che hai visto prima, affinchè qui dove c'è il parco giochi, fosse rimasta la discarica a cielo aperto. Non sei orgoglisa di tuo babbo che difende la legalità? ......a questo punto mi aspetto un calcio nei xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxi da parte di tua figlia.

  • Forse gli amici berluscones piddini dovrebbero anche pensare a questo quando torneranno alle urne....

    • Seeeeee, beato te. Ma non leggi che ci sono persone per cui la mancanza di permessi va bene perché è a suo vantaggio? Non è importante l'onestà di chi governa, ma che rubi più a favore mio che contro di me. Però poi se il figlio perde un posto di lavoro o una promozione per via di un raccomandato s'imbestialiscono i fenomeni

  • Il più falso tra i falsi degli argomenti è quello che fa: “E allora quest'altra situazione? Anche questa è illegale ma voi non manifestate!”. La risposta è molto semplice: alcuni cittadini individuano delle lotte e le mettono in moto e costoro non debbono certo giustificare la loro lotta a chi non si muove per nulla e per nessuno. Se il supermercato è stato costruito con abuso e permessi illegali, deve essere chiuso, smantellato e devono pagare i danni per tutti gli alberi che hanno tagliato. E questo a prescindere da altre possibili e rispettabilissime lotte che si possono fare per altre questioni. Se qualcuno pensa che ci sia un altro tema molto importante, faccia come abbiamo fatto noi: contatta persone e crea un comitato (bastano una decina di persone), poi prende dei giorni di ferie o perde dei giorni di paga (come abbiamo fatto noi) e organizza dei volantinaggi e delle riunioni a cui magari anche alcuni di noi parteciperanno e vi daranno una mano. O forse volete che noi portiamo avanti le lotte che voi non potete fare perché troppo occupati con la prossima puntata di Master Chef? O forse la vostra è una scusa per non dire che, da bravi italiani, l'illegalità vi dà fastidio solo quando non è a vostro vantaggio?

  • bisogna essere coerenti, bisogna mettere al primo posto gli Italiani, bisogna dare ed avere, quello che più mi disturba è la falsità di notizie propagandate dai alcuni falsi e non legittimati comitati, protestare è giusto difendere i propri ideali, va bene, ma non con bugie, carnevalate e terrorismo mediatico

    • Ma che stai a di? Abusi edilizi e abuso d'ufficio me le chiami carnevalate?

    • La polizia ha oggi messo i sigilli e chiuso la Lidl per probabile abuso edilizio e false dichiarazioni... pensa che lo hanno fatto senza alcuna indagine? Quali sarebbero le bugie? Il fatto che dopo anni che chiedevamo un parco in quella zona e che ci rispondevano "non si può cambiare la destinazione d'uso", diano il cambio di destinazione d'uso alla Lidl in quattro e quattr'otto? Il fatto che su quella zona c'era un vincolo paesaggistico che è stato abilmente manipolato? C'è tutta la documentazione riguardo a queste cose, basta che chiede un incontro con il comitato e le verrà fornita. Oppure veramente crede che i sigilli della magistratura siano stati messi senza prima fare delle vere verifiche? Non dico che deve notare quanto è aumentato il traffico in modo assurdo da quando aperto la Lidl, non ne voglio fare una questione di convenienza. E' innanzitutto una questione di giustizia. Se chiedo concorsi pubblici corretti, permessi di occupazione di suolo pubblico corretti, devo pretendere che anche lì dove credo che mi convenga, le cose vengano fatte secondo la legge, altrimenti ogni mia altra rivendicazione non ha alcuna ragion d'essere

      • Scusi signor Riccardo, ma cambiare la destinazione d'uso da "industriale" a "commerciale" è un conto... da "Industriale" a "parco pubblico" è un altro... Parco pubblico, il Privato perde un diritto edificatorio che gli andrebbe "compensato" o pagato e comunque una volta che ipoteticamente gli avessero fatto il cambio a Verde Pubblico, il terreno andava SEMPRE espropriato... O sbaglio? il Vincolo Paesaggistico di cui Lei parla, è un vincolo archeologico, perchè asserisce che è stato manipolato? Gli avranno fatto fare dei sondaggi preventivi con un archeologo della Soprintendenza? O sbaglio?

  • Quello che mi rattrista, moltissimo, è che ci lamentiamo dell'illegalità, delle mazzette, dei favoritismi, dei furbetti... poi qualcuno costruisce sotto casa nostra, senza i permessi, illegalmente e cosa succede? Siccome pensiamo che quello specifico caso è a nostro vantaggio, gli abusi vanno bene, chiudiamo un occhio... quanto siamo italiani... tristezza.

    • Signor Riccardo, concordo assolutamente con Lei, ma vorrei cercare di capire, visto che ha seguito direttamente la faccenda. Il problema sembra essere NON che ha costruito, il problema sembra essere il cambio di destinazione d'uso, da Industriale a Commerciale. Questo sembrerebbe essere il nocciolo della questione, oltre all'abuso d'ufficio. paradossalmente se avesse fatto un capannone industriale... mantenendo la destinazione d'uso... l'avrebbe potuto fare, secondo Lei?

    • ma tutta l'illegalità delle frutterie e attività commerciali clandestine, le moschee abusive, i roghi tossici dietro casa, non vi interessano?? appartamenti nei vostri condomini strapieni di clandestini ?? poteri andare avanti un giorno intero

      • Dovresti andare avanti a fare qualcosa se quello che dici ti interessa veramente

      • Scusi? Ha delle attività che pensa che necessitino un comitato? Lo crei! Oppure pretende che noi facciamo le lotte che lei non ha voglia di fare? Non è che siccome c'è una frutteria illegale qua, allora devo essere contento che costruiscono un supermercato illegale qua. Si è scoperto che la Lidl ha probabilmente costruito senza i regolari permessi e questo non deve essere accettato. Chi lo accetta, deve accettare qualsiasi altra illegalità, comprese quelle che vanno poi a suo svantaggio.

  • ufficiosamente giungono buonissime notizie....dai !!!

    • Quali?

  • almeno hanno levato quello schifo abbandonato che c'era prima e creato un piccolo spazio gioco per i bambini...

    • Anche a Corleone forse la mafia ha fatto mettere un paio d altalene. ..

    • Che sia stato fatto con abuso e senza regolari permessi è secondario? Ci lamentiamo di mazzette, abusi, irregolarità, furbi e furbini... ma appena ci sembra che la cosa convenga a noi, chiudiamo un occhio... da veri italiani... tristezza. Per coerenza però, se suo figlio perde un concorso contro un raccomandato, se il vicino costruisce una veranda abusiva e le copre il sole, se qualcuno ottiene un parcheggio per invalidi davanti al suo portone senza averne diritto, eviti di lamentarsi, perché "oggi a me, domani a te".

    • Ripeto che sono più di sei anni che si era chiesto la trasformazione in un parco. Si disse che era area privata e che c'era un vincolo...poi hanno visto $$$ e si è costruito. Non si poteva fare una lotta unica. Voi tutti pensate, e lo ripeto, che Mafia Capitale è un nome di un nuovo servizio taxi?

  • Ginevra Nozzoli :: Profilo dell'autore su RomaToday „Classe '86, nata e cresciuta a Firenze, vivo a Roma dal 2007. Laureata in Filosofia all'Università Roma Tre, iscritta all'ordine dei giornalisti della Toscana dal 2013. Amo scrivere di questa città, descriverne pezzi di vita, far parlare chi la vive ogni giorno in tutta la sua follia. Lo faccio dal 2010 per Romatoday, quotidiano on line del gruppo Citynews, occupandomi per lo più di temi di cronaca bianca: degrado urbano, opere pubbliche, disservizi, trasporti, rifiuti. Sempre a caccia di storie e denunce a cui dare voce. “ bene allora faccia un bel servizio sul degrado che versa il pratone di via teano colmo di clandestini mondezza ed illegalità

  • leggo ancora di catacombe, amianto, permessi, ma che state dicendo, quindi anche al TAR sono corrotti?? hanno dato il benestare dopo aver ricontrollato tutte le documentazioni li sotto ci sono le tufare dei primi del novecento come nei palazzi di fronte, buttiamo giù tutto? fate ridere castoro ha messo del suo, fatto sta, che ha tre punti vendita in mezzoghilometro quadrato. in più vendere attivisti NO CEMENTO all'interno del lidl a comprare fa ridere, chieda alla vostra fotografa ufficiale ahahahahaah patetici

    • La polizia oggi ha messo i sigilli e chiuso il supermercato... per divertimento? Se n'è accorto? Per lei è un caso? Una fandonia? Il TAR non si è ancora espresso, purtroppo. Veramente non vi interessa che costoro abbiano costruito senza i regolari permessi? Veramente per voi non è importante? Con che coerenza poi chiedete che il concorso pubblico non sia truccato? Con che coerenza chiedete poi che le cose si facciano "secondo la legge" se poi quando pensate che conviene a voi la legalità per un attimo si può sospendere per un attimo? Ma che gente siete?

      • ci pensi lei grande capo, grazie le saremo grati, faccia nel frattempo, visto la sua buona volontà, liberare il parco di via teano dagli zingar@

        • Scusi? Mi spieghi... lei sta in casa a fare nulla e noi dovremmo farci carico delle SUE lotte? Noi abbiamo individuato una ILLEGALITA' e l'abbiamo fatto presente. Lei ha altre necessità? Bene, si organizzi e organizzi gente, nessuno la ferma. Io sono uno di quelli che preferirebbe far costruire solo a coloro che hanno i permessi legali

          • sicuramente Lei appartiene da come parla a quella sinistra che comprende anche sel. cito: „Come Gruppo Sel in Campidoglio abbiamo da subito sostenuto questa mobilitazione con numerosi atti“ partito che fa battaglie contro l'illegalità insieme agli amici dell' exsnia, ma poi guarda caso il proprio capogruppo si reca all'estero per aggirare le leggi italiane...ma di che stiamo a parlare. Buonaserata

          • spero abbia a che fare ben presto e seriamente con gli zingar@

            • Non riesco capire la logica secondo cui "siccome ci sono gli zingari, allora l'abuso edilizio e l'abuso d'ufficio della lidl è accettabile". Veramente, non comprendo la logica

            • Non capisco come il fatto che esista il "problema zingari", renda la costruzione della lidl con abuso edilizio e abuso d'ufficio una cosa accettabile. Veramente, mi sfugge il processo secondo cui "ci sono gli zingari quindi la lidl può costruire illegalmente".

    • * mezzochilometro

      • Padrino allora si sono sbagliati a mettere i sigilli...sti mascalzoni. Faje na' telefonata per rassicurarli.

        • fatto

  • Io, da amante dei giardini e non del cemento, dico e sostengo che il supermercato ha "ripulito" la zona , sebbene era meglio un bel parco che poi tanto sarebbe diventato una bella discarica all'aperto. io apprezzo chi si è battuto contro lidl ma vorrei sapere dove eravate prima quando c'erano topi come pantegane e arbusti come una giungla amazzonica.

    • Quindi che ci siano stati abusi edilizi e una concessione illegale, ottenuta con delle dichiarazioni false non è un problema? Non voglio parlare dell'aumento del traffico che da quando ha aperto la Lidl è diventato inaudito. Non voglio far presente che l'aumento delle polveri sottili che lei ed io stiamo respirando è innumerevoli volte peggio, più dannoso e pericoloso dei topi. Le voglio dire però che se invece di stare in finestra a lamentarsi, si fosse informata, avrebbe scoperto che il comitato sta chiedendo la creazione di un parco da anni. Noi non abbiamo lottato per bloccare un supermercato per ripicca o fastidio, ma perché costruito SENZA LEGALE PERMESSO. Questa cosa conta? A lei, per mettere uno sgabbuzzino in giardino, chiedono 10 permessi e 100 firme e se non li ottiene è costretta a demolirlo. Per la Lidl questo non deve valere? Deve poter costruire senza legale permesso, in abuso e illegalità? Si rende conto di ciò che sta dicendo?

  • Volere o no cara Teresa, amante dei supermercati invece che dei giardini, si eravamo soffermati sull'illegalità di costruire sopra alle catacombe, sulla mancanza dei requisiti urbanistici, sulle mazzete date....si doveva bloccarlo prima, invece di compromettere tutto. Ora se va la sospensiva in danno devono buttarlo giù.

    • e poi ce pensa lei a pulire. Ma se lo ricorda lo schifo che c'era prima? E, se c'erano catacombe, bisognava insistere che, invece del giardino (che è stato fatto, anche se bruttarello assai) i proprietari, che sono dei privati, realizzassero un museo annesso al supermercato (o che recuperassero il recuperabile e ne evidenziassero il valore, invece di urlare contro il cemento per il gusto di farlo e senza sapere nemmeno contro cosa si combatteva. Ci sono altri interessi, creda a me, che hanno fatto il modo che la cosa non si potesse risolvere altrimenti!

      • E mi dica cara Teresa, quali sarebbero questi interessi che ci sono sotto. Io sono uno di quelli che ha partecipato a tutte le riunioni, tutte le manifestazioni, tutti gli incontri con il presidente Palmieri, gli assessori, i responsabili dell'urbanistica. E quali sarebbero gli interessi nascosti che avrei dietro? Visto che ho preso ore di permesso e ore di ferie, per denunciare le irregolarità, le mazzette, la violazione di diversi vincoli, regole e leggi? Meglio un bel supermercato che la legge? Quindi d'ora in poi chi fa i supermercati può infrangere la legge liberamente? Eviti di accusare di "interessi", persone che non conosce e che hanno sacrificato soldi e tempo per cercare di fermare il progetto prima che si arrivasse a questo punto. Ora la magistratura ha effettivamente scoperto che sono state commesse irregolarità, sono state infrante delle leggi. Che facciamo? Siccome oramai hanno costruito ce ne freghiamo delle leggi? E' così facile? Chi ha i soldi infrange la legge impunemente?

        • io non ho detto che gli interessi erano dei manifestanti. Non ho detto nemmeno che chi costruisce supermercati sia al di sopra della legge. Gli interessi sono più in alto, se chi, come lei, si è impegnato a fermare prima il cantiere e le concessioni e non ci è riuscito. Rimane il fatto che il sito era in pessime condizioni. E allora mi chiedo: perché non ci siamo presi le ore di permesso per rendere quell'area al pubblico e farci davvero un bel giardino/parco tenuto pulito?

          • Non capisco. Io ho fatto una lotta di legalità. E' partita da noi, l'abbiamo voluta noi. Non ci sono stati interessi più alti di alcun tipo. Ora, chi ha impedito a lei di fare una lotta per rendere quell'area un bel giardino? Cosa c'entra questo? Hanno infranto la legge. Noi abbiamo provato a gridarlo ai quattro venti e persone come lei ci hanno preso per mezzi scemi, alcuni addirittura insinuando assurdità come il castoro che ci pagava e altre idiozie del genere. Bene, avevamo ragione noi. Hanno fatto un abuso edilizio? Ora? Che facciamo? Facciamo finta di nulla? La prossima volta che il comitato denuncia qualcosa, magari, invece di girarvi dall'altra parte, partecipate, così magari invece di un supermercato in abuso edilizio, ci troviamo un bel parco per anziani e bambini. Vorrei evidenziare che l'abuso edilizio è stato commesso, non l'abbiamo fatto noi, non l'abbiamo inventato noi, non l'abbiamo creato noi; i sigilli li ha messi la polizia, non i manifestanti. Se magari ci aveste dato una mano, non saremmo a questo punto. Ma mi rendo conto che alcuni di voi sono ancora convinti che un supermercato illegale fosse la cosa migliore, perché un supermercato sotto casa fa troppo comodo, poco importa se hanno infranto la legge per ottenere i permessi.

            • Contenta vero? Basta chiamarsi Lidl e avere tanti soldi e puoi costruire senza permesso, tanto poi con una multa si sistema tutto. Se lei costruisce un magazzino in giardino in abuso, la costringono a buttarlo giù, ma se si chiama Lidl, è una ditta tedesca, unge gli ingranaggi giusti, può fare quello che vuole... e fin qui capisco, ma che poi la gente si schieri con loro mi sembra sbalorditivo. Bravi

              • Ditta Francese...

                • no ho sbagliato io è vero è tedesca

            • vedrà, gli abusi edilizi si sanano. una bella multa e tutto si sistema.

              • Eccoci al punto. Qui lei mostra la sua vera natura. Il fatto che hanno costruito in abuso, con permessi che non avrebbero mai legalmente potuto ottenere, per lei non è un problema, basta avere il supermercato sotto casa. Brava. Invece di lottare perché vengano puniti, severamente, aspira ad una semplice multa e alla rapida riapertura del suo caro Lidl. Ma non si preoccupa, è in buona compagnia, in compagnia di quelli che si fanno levare la multa dall'amico vigile, che si fanno trovare il posto in atac dal cugino di Alemanno, che fanno le marchette con Marino. Non si preoccupi, non è sola.

                • e io mica ho detto che sono d'accordo con una sanatoria? Purtroppo sono rassegnata ad una città (e a un sistema, più in generale) che si muove soltanto con sotterfugi e 'raccomandazioni'. Per mia sfortuna ci son passata anch'io, e, per non piegarmi, ho dovuto subire e aspettare per ottenere ciò che, di lecito, mi spettava. E sono orgogliosa di non dover dire grazie a nessuno, ma solo a me stessa e alla mia resilienza

      • Noi abbiamo insistito, abbiamo anche provato a mediare chiedendo di riportare alla luce ciò che loro hanno coperto con colate di cemento. Questa gente, signora Teresa, pensa solo al loro interesse e non penso che i cittadini, che su quest'area avevano da sei anni chiesto un parco pubblico, avevano interessi monetari. La situazione, mi creda, di Mafia Capitale è molto radicata nelle nostre istituzioni.

        • invece sulla exsnia e locali attigui da quanti anni chiedete un parco pubblico?

          • quoto!

  • tutto questo per la felicità delle persone che non lo volevano e che invece ora ci facevano la spesa. Incoerenza e ipocrisia, solo invidia per una piccola cosa buona che era stata fatta in via dell'acqua bullicante.

    • Lidl una piccola cosa buona. Ma seriamente voi ci andate a fare la spesa? Conosco, per lavoro, i fornitori di questi supermercati, non ci comprerei neanche degli stuzzicadenti sigillati.

      • I prodotti di Lidl sono ottimi. Il rapporto qualità/prezzo non ha rivali. Vendono i migliori prodotti italiani ed esteri. Inoltre nessun'altra azienda ti avrebbe fatto lo splendido parco giochi aggratis.

      • ci vanno anche i tuoi amici, stellina una delle tante con la figlia, dimmi dove dovremmo fare la spesa ??

        • Questo cosa c'entra? Ognuno pensa alla propria coerenza. Lei pensi alla sua. Il supermercato è stato chiuso dalla polizia per abuso edilizio. Se lei vuole questo supermercato, fregandosene dell'illegalità, con quale coerenza poi chiede che il concorso a cui partecipa suo figlio sia corretto? Se chi ha il potere può costruire senza i permessi, con quale coerenza poi lei chiede che venga rimosso il parcheggio per disabili a chi non lo merita? Se lei accetta l'illegalità della lidl, con quale coerenza poi chiede che nell'atac non ci siano assunzioni fasulle? Se lei accetta questo abuso, con quale coerenza poi chiede legalità dove più le fa comodo? Se accetta questo sopruso da parte del colosso tedesco, deve accettarli tutti, TUTTI.

          • Sig.RICCARDO abuso è anche oKKupare strutture case o altro e andarci ad abitare a sbafo. Vicino al cinema IMPERO (OKKUPATO) c'era un ristorante che per il famoso SDO il Comune;PAGANDO, lo a sfrattato.Sopra ci abitava il ristoratore ORA STRANIERI CHI CONTROLLA IL CONTROLLORE??? Lo sa che chi ha fatto lavori al Cinema IMPERO ha causato danni al palazzo accanto??? La Ditta CHI è di CHI è sto Cinema????? Il LIDL se non lo riaprono che fine farà??? in balia di ZINGARI RUMENI chi più ARRUBBA.

          • Ma se lei non accetta questo sopruso, è legittimato ad accettarne invece altri? Oppure anche lei, se non accetta questo, non deve accettare anche TUTTI gli altri soprusi? Mi dica, accetta l'occupazione abusiva dell'ExSnia?

            • Ed oltre la ExSnia vogliamo parlare delle frutterie egiziane che spuntano come funghi in pochi metri e che occupano suolo pubblico senza che nessuno vada a far loro controlli? e gli autolavaggi sempre egiziani che possono fare tranquillamente i porci comodi loro tanto sanno che nessuno li disturba? ci meritiamo di vivere nel letame.

          • nun ce fa 'na piega...

      • infatti, coerentemente, io non ci vado

    • Avatar di Fab
      Fab

      Teresa, se vuoi fare la spesa ci sono tutti i negosi di alimentari e ortofrutta che vuoi. Se proprio vuoi il supermercato c'è il castoro a duecento metri e la sma/simply a via malatesta. Se proprio proprio non puoi fare a meno di lidl prendi il 409 e vai a via gallia placidia e in 20 minuti hai fatto... Giocarsi un angolo verde, di parco, in uno dei più inquinati e urbanizzati luoghi di Roma per un pacco di pasta non ha senso. Sveglia la vita è altro!

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Travolge scooter con l'auto e scappa a piedi: morti due fidanzati a Santa Severa

  • Cronaca

    Incendio all'Esquilino, fiamme all'ultimo piano di un palazzo: strada chiusa

  • Cronaca

    Atac, via all'orario estivo: "Da oggi il trasporto si adegua alle presenze in città"

  • Politica

    Giunta Raggi, Laura Baldassarre sarà assessore alle Politiche sociali

I più letti della settimana

  • Stuprano donna al settimo mese di gravidanza in una scuola, arrestati

  • Incidente su A1, scontro tra tir: chiuso tratto tra Valmontone e Anagni

  • Travolge scooter con l'auto e scappa a piedi: morti due fidanzati a Santa Severa

  • Donna nuda fa il bagno alla fontanella di largo di Torre Argentina

  • Omicidio a Velletri: killer uccide pizzaiolo fuori dal suo locale

  • Magliana, Panda precipita dal cavalcavia: 4 ventenni in codice rosso

Torna su
RomaToday è in caricamento