Ostia, presunti abusi edilizi: sequestri al Tibidabo Beach

Denunciato il titolare della concessione. Secondo gli inquirenti nella struttura ci sarebbero cabine non autorizzate. Sigilli a piattaforme e tettoie

Foto d'archivio del Tibidabo Beach

Sigilli al Tibidabo Beach, noto stabilimento balneare sul lungomare Duilio Caio 22 ad Ostia. Il blitz degli agenti della polizia municipale del X Gruppo Mare, coordinati dal comandante Antonio Di Maggio, è scattato alle 8:30 di oggi 6 novembre. 

Il sequestro ha riguardato solamente una parte della struttura e non l'intero stabilimento. Secondo gli inquirenti ci sarebbero piattaforme lungo l'arenile non autorizzate, tettoie fuori misura e una zona piastrellata di 500 metri quadrati adiacente la battigia non a norma. Insomma diversi metri cubi di arenire occupati senza permesso. 

Il sequestro, preventivo, è stato realizzato dalla Polizia giudiziaria in collaborazione con la Guardia Costiera. Il titolare della concessione Adriano De Filippo sta valutando con i suoi legali le eventuali contromisure da prendere. Non si parla di revoche di concessioni demaniali. 

Potrebbe interessarti

  • Morso del ragno violino, tutto quello che è bene sapere

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

  • "Aperti per ferie", l'estate del Mercato Contadino Castelli Romani

I più letti della settimana

  • La figlia non risponde al telefono da due giorni, chiamano i carabinieri e la trovano morta

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Incendio in via del Cappellaccio: in fiamme deposito di pneumatici, fumo nero tra Eur e Ostiense

  • Incidente a San Giovanni: donna investita e uccisa da un camion

  • A Roma per una visita medica, muore investita da camion. "Stava attraversando le strisce"

  • Autobus in fiamme a piazza Cantù. I testimoni "Abbiamo sentito due esplosioni"

Torna su
RomaToday è in caricamento