Incendio Pomezia: scuole chiuse l'8 e il 9 maggio

A stabilirlo l'ordinanza del sindaco Fabio Fucci. Vietata anche la raccolta, la vendita e il consumo di prodotti ortofrutticoli coltivati nel raggio di cinque chilometri dall'evento

Lunedì 8 e martedì 9 maggio le scuole sul territorio del comune di Pomezia resteranno chiuse. Così dispone, a seguito dell'incendio alla fabbrica Eco X, l'ordinanza firmata questo pomeriggio dal sindaco Fabio Fucci. La chiusura, in via precauzionale, "al fine di consentire le operazioni di pulizia straordinaria - si legge nel testo - che dovranno interessare le aree eventualmente esposte alla ricaduta da combustione. Tali operazioni dovranno essere assicurate a cura dei soggetti responsabili delle strutture.

Si ordina inoltre:
- il divieto nel raggio di Km. 5 dal luogo dell’evento: della raccolta, della vendita e del consumo di prodotti ortofrutticoli coltivati, del pascolo degli animali, dell'utilizzo di foraggi per alimentazione animale provenienti dall'area interessata ed eventualmente esposti alla ricaduta da combustione, di provvedere al mantenimento degli animali da cortile al chiuso, evitando il razzolamento.

- i prodotti ortofrutticoli derivanti dalla coltivazione nei terreni posti al di fuori della predetta area ma in zone immediatamente prospicienti, dovranno essere sottoposti prima della consumazione ad accurato lavaggio in acqua corrente e potabile.

 - in tutti gli edifici di comune uso personale, familiare o di lavoro, ricadenti in un raggio di 100 mt. si dispone l'allontanamento dei residenti. Il presente divieto ha validità fino al termine delle operazioni di spegnimento fatta salva ogni modifica di tale termine in base ai risultati analitici sulla qualità dell’aria.

- in via precauzionale, una pulizia straordinaria di tutte le strade interessate dall’evento nonché delle relative pertinenze, a partire da quelle nelle immediate vicinanze delle scuole e dei luoghi pubblici maggiormente frequentati.

"Si raccomanda inoltre ai cittadini residenti nelle zone circostanti l'origine dell'incendio per un raggio di 2 Km di mantenere la chiusura delle porte e finestre delle abitazioni e delle attività commerciali, industriali e di servizi, al fine di prevenire un possibile passaggio di inquinanti".

"La situazione è sotto controllo e continuano le operazioni di spegnimento dell’incendio dichiara Fucciin attesa di ulteriori risultati analitici sulla qualità dell’aria, che arriveranno solo nei prossimi giorni come indicatoci dall’Arpa Lazio, invito la cittadinanza a seguire le indicazioni dell’ordinanza. Sottolineo che rimane valido l’ordine di evacuazione per i residenti che vivono nel raggio di 100 metri dal luogo dell’incendio, mentre non vige alcun obbligo di chiusura dei servizi e delle attività nel raggio di 2 km, per cui rimangono comunque valide le raccomandazioni di tenere porte e finestre chiuse".

LEGGI ANCHE: 

L'INCENDIO A POMEZIA: TUTTO IL RACCONTO

RISCHIO PER CIBO E ANIMALI

I PRIMI MALORI DEI RESIDENTI

NUBE NERA VERSO ROMA SUD

EVACUATO CASTEL ROMANO

I DATI DELLA REGIONE LAZIO E DI ARPA

WWF: "RISCHI PER LA SALUTE"

CODACONS: "SEQUESTRO DI PRODOTTI COLTIVATI IN ZONA"

LA DENUNCIA DEI RESIDENTI DI POMEZIA

LEGAMBIENTE: "INCENDIO PEGGIORE DEGLI ULTIMI ANNI"

VIDEO DELLO SPEGNIMENTO DELL'INCENDIO

VIDEO DALL'ELICOTTERO DEI VIGILI DEL FUOCO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciopero a Roma: tram, bus e metro a rischio lunedì 24 febbraio. Orari e fasce di garanzie

  • Blocco traffico Roma: domenica 23 febbraio niente auto nella fascia verde

  • Domenica blocco auto a Roma: chi può circolare domani 23 febbraio

  • Blocco traffico: a Roma oggi domenica senza auto nella fascia verde, tutte le informazioni

  • Perde zainetto sul bus e lancia appello: "Offro ricompensa a chi lo trova. Ci sono documenti medici"

  • Lungotevere, si scontra con un'auto e perde controllo dello scooter: così è morto l'antiquario di Prati

Torna su
RomaToday è in caricamento