Celtic-Lazio: tensione fra tifosi in Centro, arrestati 12 laziali. Accoltellato uno scozzese

Sette i tifosi ospiti sottoposti a Daspo, otto i denunciati fra entrambe le tifoserie. Ferito anche un agente di polizia

Tifosi del Celtic all'Olimpico (foto ANSA MAURIZIO BRAMBATTI)

Dodici tifosi laziali arrestati, tre sostenitori del Celtic accoltellati, altri sette sottoposti a Daspo. A questo bisogna aggiungere otto denunciati fra biancocelesti e scozzesi ed un agente di polizia ferito. Questo il bilancio delle tensioni che hanno accompagnato la partita giocata allo stadio Olimpico fra SS Lazio e Celtic Glasgow. 

Con tensioni prima, durante e dopo il match sono 12 gli ultras della Lazio fermati nella notte dopo la partita. Gli ultras sono stati arrestati dagli agenti della Digos per il tentativo di contatto avvenuto nella zona di piazza Risorgimento con i tifosi del Celtic due ore dopo la fine della partita di Europa League giocata all'Olimpico. Dopo l'intervento del Reparto Mobile i teppisti sono fuggiti nel tentativo di far perdere le proprie tracce, ma nove sono stati bloccati dagli agenti. Nel corso della notte sono poi stati fermati ed identificati altri tre laziali, per un totale di dodici. 

Nel fuggi fuggi generale un poliziotto è caduto ed è rimasto ferito ed è stato trasportato al Policlinico Umberto I. Non è in gravi condizioni.

Poco dopo le 2:00 è stato poi accoltellato un terzo tifoso scozzese di 20 anni, preso di mira da un uomo sceso da un'auto mentre si trovava davanti un fast food in via Leone IV. Ferito nella zona lombo sacrale è stato trasportato in ospedale dall'ambulanza del 118, ma non sarebbe grave. I sanitari del pronto soccorso hanno poi allertato i carabinieri che indagano per rintracciare l'aggressore, in compagnia di una seconda persona secondo quanto riferito dal tifoso del Celtic ferito agli investigatori. 

Sette invece i tifosi scozzesi raggiunto da un Daspo per una durata di 5 anni. Fra questi, 4 tifosi, durante le operazioni di prefiltraggio, sono stati sorpresi con degli artifizi celati negli indumenti, oltre al provvedimento del Daspo sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria.

Altri due tifosi scozzesi sono stati denunciati per violenza nei confronti degli addetti ai controlli dei luoghi ove si svolgono le manifestazioni sportive e tentata corruzione; privi di documenti si erano presentati ai tornelli dello stadio Olimpico dapprima spintonando gli steward in servizio per accedere all’interno dell’impianto e successivamente mettendo dei soldi in tasca agli addetti.

Infine, l’ultimo Daspo ha riguardato sempre un tifoso scozzese il quale palesemente ubriaco, durante i controlli allo stadio, rifiutava di fornire le proprie generalità e nonostante l’intervento di uno steward scozzese, rivolgeva diverse offese agli agenti della Polizia di Stato lì in servizio credendo di non essere compreso. Lo stesso tifoso, come accertato successivamente, stava cercando di accedere allo stadio utilizzando un biglietto intestato ad altra persona.

Tensioni, scontri e denunce che si erano registrati anche prima del fischio d'inizio della partita vinta sul campo dal Celtic per 1 a 2. La notte prima sono infatti stati fermati e denunciati otto tifosi (tre scozzesi e cinque laziali). In particolare i due scozzesi sono stati denunciati i reati di resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale. Un terzo tifoso è stato multato per atti osceni in luogo pubblico.

Sul fronte biancoceleste sono invece cinque gli ultras della Lazio denunciati dalla Digos di Roma per possesso di oggetti atti ad offendere, in particolae dei bastoni ed un coltello. Per tutti e cinque è stato proposto il Daspo mentre due loro erano già stati sottoposti allo stesso provvedimento, che era però scaduto.

Denunce che sono seguite ad altre tensioni che avevavo portato all'accoltellamento in precedenza di due tifosi del Celtic. 

"Ferite multiple lacero contuse da arma bianca al fianco destro e nella regione posteriore della coscia destra con versamento ematico a bolle aeree nello spazio peri e pararenale con voluminoso ematoma retroperitoneale destro". E' il referto medico di uno dei due, un 52enne scozzese, ferito davanti all'irish pub tra via Nazionale e via Napoli presumibilmente da un gruppo di sette, otto ultras laziali e trasportato in gravi condizioni al Policlinico Umberto I dove è stato poi dimesso poco dopo le 3 di notte.

Portato in prognosi riservata nello stesso ospedale anche l'altro tifoso del Celtic, accoltellato pochi minuti dopo in piazza Beniamino Gigli, secondo gli investigatori dagli stessi che già avevano lasciato a terra il primo supporter della squadra di Glasgow. Il tedesco di 36 anni è stato ferito con una coltellata all'addome e ricoverato nel reparto di chirurgia d'urgenza.

La tensione era alta soprattutto in considerazione di quanto accaduto con gli striscioni antifascisti da una parte e saluti romani avvenuti prima del match poi giocato a Glasgow. 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tor Bella Monaca, stroncata la piazza di spaccio del Principe: fruttava 200mila euro al mese

  • O' Principe di Tor Bella Monaca, spaccio h24 e vita in stile Gomorra: così la palazzina è diventata il suo fortino

  • Spari a corso Francia: ladri di Rolex si schiantano contro auto della polizia dopo inseguimento

  • Vede i ladri in casa dalle immagini video, arrestati dalla polizia fra gli applausi dei residenti

  • Terremoto a Roma: scossa ai Castelli Romani avvertita nella Capitale

  • Tragedia sulla Tuscolana: accusa malore nel negozio e muore

Torna su
RomaToday è in caricamento