Sciopero a Roma, martedì 25 giugno metro e bus a rischio: tutte le informazioni

L'agitazione non coinvolgerà le linee di Roma Tpl. Nessuno sciopero e servizio quindi abituale anche sulle linee di Cotral e Trenitalia

Lo sciopero di martedì 25 giugno rischia di bloccare Roma. Il trasporto pubblico romano a rischio per lo sciopero di 24 ore sulla rete Atac indetto dai sindacati Orsa e Usb. L'agitazione interesserà bus, filobus tram, metropolitane e ferrovie Roma-Civitacastellana-Viterbo, Roma-Lido e Termini-Centocelle.

Gli orari dello sciopero del 25 giugno a Roma

Lo sciopero era stato indetto già il 20 giugno e poi spostato. Il servizio sarà garantito dall'inizio delle corse diurne e fino alle 8.30 e poi dalle 17 alle 20. Nel resto della giornata saranno invece possibili stop. La protesta potrà avere ripercussioni anche sul servizio notturno. 

Il personale di Atac, quindi, si fermerà dalle ore 08:30 alle ore 17:00 e dalle 20:00 a fine servizio. A rischio bus di superficie, tram, metro A, B e C e ferrovie concesse, ovvero Termini Centocelle, Roma Civita Castellana Viterbo e Roma Lido. Previste le consuete fasce di garanzie dalle 5.30 alle 8.30 e dalle 17 alle 20.

Regolari linee Roma Tpl, Cotral e Trenitalia

Nessuno sciopero e servizio quindi abituale anche sulle linee di Cotral e Trenitalia.  L'agitazione non coinvolgerà le linee di Roma Tpl. Servizio abituale, dunque, sui collegamenti bus 08, 011, 013, 013D, 017, 018, 022, 023, 024, 025, 027, 028, 030, 031, 032, 033, 035, 036, 037, 039, 040, 041, 042, 044, 048, 049, 051, 053, 054, 055, 056, 057, 059, 066, 078, 081, 086, 088, 135, 146, 213, 218, 226, 235, 314, 339, 340, 343, 344, 349, 404, 437, 441, 444, 445, 447, 502, 503, 505, 543, 546, 548, 552, 555, 557, 657, 660, 663, 665, 701, 702, 703L, 710, 711, 721, 763, 764, 767, 771, 775, 777, 778, 787, 789, 808, 889, 892, 907, 908, 912, 982, 985, 992, 993, 998 e 999, C1 e C19.

Le motivazioni dello sciopero

"Dopo le denunce di USB e Orsa sulla sospensione da un anno e mezzo della depolverizzazione delle gallerie", si legge in una nota del sindacato "che ha lasciato depositare e respirare a dipendenti e utenti polveri sottili, nonché sull’assenza di rilevazioni dallo scorso mese di ottobre, lunedì 3 giugno il prefetto di Roma ha accolto le sollecitazioni delle due organizzazioni sindacali, disponendo che Atac effettui celermente nuovi rilievi, per i quali l’azienda ha incaricato subito l’Università di Tor Vergata".

Più in generale USB denuncia la quasi totale assenza di servizi igienici ai capolinea, la negazione continua di ferie adeguate a un sufficiente recupero psico-fisico, lo stato usurato dei mezzi, l’assenza di aria condizionata nei mesi caldi, tutte situazioni che causano un peggioramento delle condizioni di salute dei lavoratori.

"Le continue aggressioni al personale operativo, causate dalla gestione insufficiente del servizio" - conclude la nota - "aggiungono infine altro stress e altro disagio a lavoratori che svolgono già un’attività di per sé usurante. Il 20 giugno i lavoratori sciopereranno non solo per tutelare la propria salute e la propria sicurezza ma anche quelle degli utenti. È a loro che ci rivolgiamo e chiediamo comprensione e sostegno, perché vittime in egual misura di una gestione inefficiente di un servizio pubblico che è patrimonio di tutti".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

Torna su
RomaToday è in caricamento