martedì, 21 ottobre 20℃

Scioperi: mercoledì 19 marzo trasporti fermi per 24 ore

Inizialmente era stato fissato per il 5 febbraio e differito al 28 febbraio. Poi l'emergenza maltempo che ne aveva sospeso l'inizio

Redazione 17 febbraio 2014
1

Si terrà il prossimo 19 marzo lo sciopero generale di 24 ore del trasporto pubblico locale, originariamente fissato per il 5 febbraio e inizialmente differito al 28 febbraio ma sospeso su invito del garante nei giorni dell'emergenza maltempo e dei gravissimi problemi per la mobilità nelle aree urbane ed extraurbane. Ad annunciarlo sono state le sigle sindacali di settore Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl FNA e Faisa Cisal. Nel giorno della Festa del Papà, quindi, autobus, metro e tram resteranno al palo.

A Roma, servizio di trasporto garantito solo da inizio servizio alle ore 8.30 e dalle 17 alle 20. Mentre tra le 8.30 e le 17 e dalle 20 a fine servizio, sono a rischio le corse di autobus, tram, filobus, metropolitane e ferrovie Roma-Lido, Termini-Giardinetti e Roma-C.Castellana-Viterbo.

"Lo sciopero del 19 marzo" spiegano le organizzazioni sindacali "nel rispetto delle fasce di garanzia, è indetto per il contratto scaduto da oltre 6 anni". Secondo Filt, Fit, Uilt, Ugl FNA e Faisa Cisal "nonostante da più parti si affermi il carattere strategico del settore da molteplici punti di vista, sociale, ambientale, economico e industriale, l'iniziativa politica di Governo, Regioni ed Enti Locali, risulta ancora inadeguata per una fattiva ripresa della trattativa contrattuale e per rimuovere le posizioni palesemente inaccettabili delle associazioni datoriali Asstra e Anav".

Annuncio promozionale

sciopero trasporti

1 Commenti

Feed
  • Avatar di giovanna

    giovanna Troppo forte! L'unico sciopero sindacale che riesce sempre e sempre mette in ginocchio Roma è quello del trasporto pubblico pertanto non basta che i cittadini "comuni", non i rom naturalmente, paghino un prezzo esorbitante per attraversare Roma; non basta che vengano trasportati come bestie nel sudiciume del mezzo e di chi lo utilizza, in mezzi sovraccarichi di ogni tipo di bestiario cittadino e non; non basta che ogni volta che il nostro Sindaco di Pegolotte letteralmente "costringe" la cittadinanza ad usare il mezzo pubblico tutti, ma proprio tutti, tocchino con mano l'assurdità della pretesa di far muovere la cittadinanza con questi mezzi e con questi tempi e metodi tecnici da terzo mondo ci manca anche, ad intervslli tabellari, lo sciopero!!! Perché poi? Perché non hanno avuto il rinnovo del contratto... Perché gli altri lavoratori - a parte le solite categorie "protette" dalla mafia che procedono come treni alla faccia delle denunce pubbliche e pubblicate - hanno avuto recentemente dei rinnovi? Pensino piuttosto a lavorare invece di sparire nel nulla con tutto l'autobus, vessare gli utenti, stare al cellulare mentre conducono l'autobus, guidare il proprio mezzo come la propria utilitaria etc etc etc.

    lunedì, 17 marzo