Scioperi: si annuncia un venerdì di passione

Quattro le ore di sciopero generale che promettono di paralizzare la città. Il centro sarà in mano ai manifestanti che si annunciano in arrivo da tutta Italia. Critica la situazione dei trasporti: ferme sia gli autobus urbani che extraurbani

D opo i nubifragi, gli scioperi. Non c'è pace per i romani e per la loro mobilità che per domani, venerdì 12 dicembre, si prevede pesantemente limitata.

Alla base del nuovo venerdì di passione ci sono le quattro ore di sciopero generale che andranno a interessare tra l’altro tutti i settori lavorativi aderenti alla Cgil: dalla scuola alla sanità, dall’università ai trasporti.

Per Roma quindi si annunciano ancora difficoltà. Tre saranno i cortei che attraverseranno la città, paralizzando le strade sin dalle prime ore del mattino. I lavoratori della Cgil partiranno alle 9.30 da piazza Santa Croce in Gerusalemme per raggiungere via San Gregorio e alla stessa ora i Cobas sfileranno da piazza della Repubblica a piazza Farnese.

A loro si aggiungerà anche la protesta dell’Onda, con un corteo autonomo che partirà da piazzale Aldo Moro per unirsi ai sindacati di base e proseguire fino al ministero dell’Istruzione a viale Trastevere, dove dalle 11 alle 14 è previsto un sit-in.

Entro Natale incontrerò i sindacati. Il problema cortei nella Capitale va risolto

Per permettere lo svolgimento dei cortei saranno 51 le linee di autobus deviate. E in particolare disagi si potrebbero registrare nella fascia oraria 9.30-13.30, quando le tre agitazioni si sommeranno. A questo si aggiungerà l’afflusso in Centro per lo shopping di Natale, (per l’occasione fino al 24 dicembre il Comune ha prolungato la Ztl fino alle 20).

Nuovi disagi quindi che promettono di rinfocolare le polemiche dei giorni scorsi sui disagi causate dalle manifestazioni in centro. In proposito il neo prefetto Giuseppe Pecoraro ha promesso di intervenire sulla questione. “Entro Natale incontrerò i massimi esponenti sindacali perché quello dei cortei nella Capitale è un problema che voglio risolvere. Con la condivisione, ma voglio risolverlo”.
 
Tra sit-in di protesta, eventi di politica internazionale, set cinematografici, grandi manifestazioni sportive e musicali che ogni giorno invadono la Capitale si calcolano almeno 1.500 manifestazioni l'anno: almeno 5 al giorno se non si considerano le domeniche.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • In ritardo di due ore al primo giorno di scuola, le lacrime dei bambini sgomberati da Cardinal Capranica

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

  • Da Acilia a Marranella, colpo a vecchie e nuove piazze di spaccio. Presi i nuovi capi: 21 arresti

Torna su
RomaToday è in caricamento