Autista bus 69 preso a schiaffi da passeggero: non funzionava l'aria condizionata

E' accaduto dopo che il mezzo pubblico si è fermato al capolinea di piazzale Clodio. Quintavalle: "Abbiamo il terrore di girare con la divisa"

Il capolinea di piazzale Clodio (foto google)

Uno schiaffo in pieno volto da parte di un passeggero. Questo quanto ha subito il conducente dell'autobus della linea 69 dell'Atac. Motivo delle violenze, l'aria condizionata non funzionante sul mezzo pubblico. E' accaduto a piazzale Clodio, a Prati. La denuncia da parte del sindacato degli autoferrotranvieri Cambia-menti m410. "Il caldo fa perdere la testa ad un passeggero - stigmatizza la segreteria regionale -, da prima ha insultato verbalmente l’autista e poi lo ha colpito al viso, sotto gli sguardi increduli di utenti e passanti".

Schiaffo all'autista Atac

In paritcolare i fatti hanno preso corpo intorno alle 8:00 di ieri 8 agosto, con il passeggero che già mentre era in viaggio sull'69 si lamentava del mancato funzionamento dell'aria condizionata. Arrivati al capolinea di Prati l'autista ha aperto le porte per  far scendere gli utenti ed è stato a questo punto che l'uomo, un 40enne italiano, si è scagliato contro l'autoferrotranviere colpendolo con uno schiaffo sul volto. Proprio in piazzale Clodio erano presenti i carabinieri impegnati in un posto di controllo che, notata la scena, hanno proceduto all'identificazione dell'aggressore. 

Abbiamo il terrore di girare in divisa

Quanto subito dall'autista Atac ha trovato il commento di Micaela Quintavalle, leader del sindacato degli autoferrotranvieri Cambia-menti m410: "Mi chiedo perché in questi casi nessuno faccia filmati. Mi chiedo perché nessuno si prodighi per tutelare gli autoferrotranvieri onesti. Come i cittadini anche noi raggiungiamo i nostri capolinea prendendo i mezzi. Ed abbiamo il terrore di girare con la divisa.  Siamo una categoria annientata da ogni mezzo di informazione". 

Attaccati senza tregua

"Siamo brave persone - commenta ancora Micaela Quintavalle - che per sopperire alle inefficienze di una oligarchia dirigenziale svolgono il proprio turno di servizio nell'esasperazione e nel terrore. Ci è rimasto lo stupro e l' omicidio. Poi ci hanno fatto di tutto. Il collega non ha reagito - conclude la sindacalista -. L'azienda in questi casi invita solo l'utenza a mantenere la calma. E intanto noi veniamo attaccati senza tregua". 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (12)

  • Li vicino c'è il tribunale, quel matto che è passato alle mani potevano portarlo li. Per il resto gli autisti Atac non devono essere capaci solo di rubare lo stipendio e parlare al cellulare mentre guidano gli autobus e mangiare trascinandosi i passeggeri dietro mentre guidano le metropolitane. Senso di responsabilitá che manka ?

  • A dire il vero le vetture con il condizionamento guasto non devono uscire dal deposito o debbono essere dichiarate guaste se già in strada. Questo diceva il regolamento una volta

  • Qui non è questione di provocare qualcuno...ma dopo che ti ha detto che l'aria condizionata non funziona,sei un deficiente che non capisci e aggredisci? mica è il suo il bus!!e poi tutta questa tracotanza dove la vedi?Forse doveva fermare il servizio e far scendere tutti e andare con il ventaglio a fare aria a quel soggettone!!ma fatemi il piacere...

  • Avatar anonimo di Immacolata
    Immacolata

    questo ennesimo episodio conferma una volta di più l'esasperazione dei cittadini per un servizio inefficiente, inefficace e spesso inesistente. cmq mi sembra che negli ultimi tempi gli autisti lo fanno apposta a provocare i cittadini in tutti i modi, cosa sperano in un indennizzo sicurezza?

    • Credo che la colpa del non funzionamento dell'aria condizionata sia dell'autista? Credi che gli autisti siano felici a lavorare in quelle condizioni? Credi che solo i passeggeri degli autobus sentono caldo? Ragazzi cerchiamo di tornare con i piedi per terra. Noi viviamo dei disagi non indifferenti per colpa di un servizio che non c è ma se un autobus si rompe o funzionale male non è colpa di chi guida anche loro sono vittime dello stesso sistema.

    • Quindi secondo il tuo ragionamento ha fatto bene il 40enne?

  • Solo una cosa migliorerebbe il servizio...mettere la cabina controllore a bordo come in tutti gli altri stati CIVILIZZATI...vedrete che i mezzi pubblici sarebbero meno affollati e più agibili...poi se volete ancora fare i finti perbenisti e lamentarvi prego continuate pure...

  • Episodio cmq deprecabile! Cara Quintavalle forse qualcuno di loro potrebbe essere anche meno tracotante a svolgere il proprio servizio!

    • L'Atac è purtroppo un'altra casta di Mafia Capitale

  • La sig.ra Quintavalle crede che un filmato o una telecamera sia un deterrente efficace per scoraggiare questi delinquenti. Niente di più inutile. Come accennato in un vecchio post io doterei i bus di cabine chiuse e inaccessibili ai passeggeri, senza perdere tempo in inutili provvedimenti o proposte di legge che lasciano il tempo che trovano. Se dobbiamo aspettare l'intervento delle Forze di Polizia o l'iniziativa di cittadini coraggiosi stiamo freschi.

  • che colpa ne ha il conducente? poveri noi

Notizie di oggi

  • Ostia

    Casa a Spada: si indaga sugli alloggi popolari, nel mirino altri immobili di Ostia Nuova

  • Incidenti stradali

    Incidente sull'Aurelia: auto si scontra con mezzo Anas, feriti due 20enni. Uno è in coma

  • Cinecittà

    Cinecittà Est: il furto non riesce, ladri vandalizzano scuola primaria

  • Cronaca

    Compra 5 Iphone X al centro commerciale: gli acquisti fatti tutti con carte di credito rubate

I più letti della settimana

  • Crollo a Balduina: frana una strada, inghiottite le auto parcheggiate. Evacuate 20 famiglie

  • I 5 migliori arrosticinari a Roma

  • Neve a Roma: fiocchi di San Valentino ai Castelli tra Velletri e Rocca di Papa

  • Neve, allerta della Regione Lazio: precipitazioni anche a quote basse

  • Studente 15enne scomparso, l'appello dei familiari: "Aiutateci a trovarlo"

  • San Cesareo: due tragedie in pochi minuti nello stesso bar

Torna su
RomaToday è in caricamento