Policlinico: la scala mobile si guasta, passeggeri calpestati. Scene di panico in stazione 

A chiamare i soccorsi, per primo, un Vigile del Fuoco libero dal servizio. Nessuno è rimasto ferito. Atac, tre ore e trenta minuti dopo il fatto: "Nessun guasto"

Non c'è stato nessun ferito e questa è una buona notizia. Il bilancio parla di due donne, sotto choc e in lacrime, che hanno avuto bisogno del supporto di una ambulanza. Una di loro è rimasta contusa ad una gamba e medicata sul posto. Scene di panico oggi, 22 febbraio, quando una delle due scale mobili di Policlinico ha subito un guasto.

I fatti intorno alle 8:40. Gli utenti, appena usciti dal treno della Metro B diretto verso Jonio, avevano affollato la scala mobile, come succede tutte le mattine. Quindi l'incidente. 

Prima l'impianto di circolazione si è bloccato, poi ha invertito la marcia e nuovamente si è bloccato. Quindi le urla. Tante. Qualcuno è letteralmente saltato trovando riparo, a cavalcioni, sul corrimano che divide la scala mobile centrale dalla scala "normale". Altri sono caduti e finiti, calpestati. Una donna è rimasta impigliata per un attimo con il jeans in uno dei gradini.  

Chi tremava, chi piangeva. Insomma, la paura c'è stata. Eccome. Chi scrive era presente ed ha assistito a tutta la scena. Un Vigile del Fuoco, libero dal servizio e che ha assistito alla scena di panico, ha prestato soccorso per primo. E' stato lui a chiamare il supporto dell'ambulanza. Sul posto anche un dipendente Atac. La scala mobile, dopo i controlli del caso, è ripartita intorno alle 9:20 circa.

Scale mobili e ascensori ko: mesi di attesa per un pezzo di ricambio

Atac, tre ore e trenta minuti dopo il fatto, con una nota ha fornito la versione dell'azienda. "Non c'è stato nessun guasto alle scale mobili della stazione Policlinico di metro B. I tecnici Atac intervenuti sul posto dopo la segnalazione non hanno rilevato alcun malfunzionamento. Non si esclude che l'impianto possa essersi arrestato in seguito all'azionamento del pulsante di emergenza per ragioni ancora da accertare", si legge. RomaToday, presente sul posto con l'autore dell'articolo, conferma la versione dell'accaduto e quanto ne è conseguito. 

La memoria, anche dei presenti, è tornata però a quanto accaduto alla stazione di Repubblica quando i tifosi del Cska Mosca rimasero incastrati e schiacciati a seguito della rottura di una scala mobile, letteralmente crollata sotto i loro piedi. In quel caso ci furono feriti, anche gravi

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo la Procura di Roma quelle scale mobili non collassarono perché i russi saltavano. Forse per un cedimento di rampa, oppure per la rottura di un pezzo meccanico. Per quella faccenda quattro persone sono finite nel registro degli indagati. Ora Atac dovrà determinare il motivo di questo ennesimo guasto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nella Capitale 59 nuovi casi: picco a Roma sud est. Isolata casa di riposo

  • Coronavirus, morto a Roma 33enne: è la vittima più giovane nel Lazio

  • Coronavirus, nel Lazio 1728 casi: 17 decessi nelle ultime 24 ore. Tre cluster preoccupano la Regione

  • Coronavirus Roma: scuole, eventi, orari di bar e ristoranti. Tutto quello che c'è da sapere

  • Coronavirus, 2096 casi nel Lazio: 46 nuovi positivi a Roma. Tre cluster fanno impennare il numero dei contagiati

  • Morto a 35 anni di Coronavirus, paura tra i colleghi di Emanuele: il call center chiude, la Regione spiega

Torna su
RomaToday è in caricamento