Trapper trovato morto in strada: il telefono cellulare di Saor è sparito. La Procura indaga per omicidio

La salma del 29enne peruviano è stata portata all'istituto di medicina legale del Verano e il Pm Mariarosaria Guglielmi ha aperto un fascicolo

La Procura di Roma ha aperto un fascicolo per omicidio, in merito alla morte di Cristhian Ballena, peruviano  29 anni, noto come Saor, il cadavere trovato in via Anassimandro, in zona Torpignattara, la mattina del 19 maggio. Un atto dovuto anche per determinare da cosa sia stata scaturito il decesso del ragazzo. 

Tutte le ipotesi, al momento, sono percorribili anche se i Carabinieri della stazione Casilina, sul posto subito dopo il fatto, escludono che Saor possa essere morto per una aggressione o per una rapina finita male. Sul corpo del giovane non sono state trovate ferite visibili anche se, sotto il naso, erano presenti tracce di sangue. 

Un dato che potesse far pensare ad un malore. Nelle tasche del giovane i militari hanno ritrovato portafogli ed effetti personali. Non gli occhiali da vista e il cellulare, elementi che invece fanno propendere sul fatto che Saor non fosse solo in quei tragici minuti. Bisogna ora conoscere gli esami autoptici. 

Saor si era avvicinato al mondo del rap grazie ad alcuni ragazzi conosciuti nella scuola superiore che frequentava nel quartiere di Centocelle. Quindi la nascita di una crew di graffitari, il rap e la trap.  La notizia della morte del trapper, in poco tempo, ha fatto il giro dei social. Tanti i messaggi su Insagram in ricordo dell'artista

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da Civitavecchia, il 14enne era a Bologna: così è stato ritrovato Alessandro

  • Sciopero Roma 25 ottobre 2019: metro, bus e Cotral a rischio. Orari e informazioni

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Inseguimento da film sul Raccordo Anulare: in fuga con 93 chili di droga in auto

Torna su
RomaToday è in caricamento