Samara Challenge, la ragazzina di The Ring avvistata al Quarticciolo: ecco cosa si rischia

L'ultima segnalazione in via Ostuni. Prima di allora altri avvistamenti erano avvenuti in numerosi quartieri della città

Samara Challenge al Tiburtino (foto Fabrizio Montanini)

Una denuncia per procurato allarme. Ecco cosa rischiano seguaci ed emulatori del Samara Challenge, ovvero il gioco che nasce traendo ispirazione da The Ring, film del 2003 diretto da Gore Verbinski. Il Samara Challenge consiste infatti nel travestirsi da Samara Morgan, la ragazzina protagonista della pellicola horror, e girare per le vie della città spaventando i passanti. Il tutto ovviamente con tanto di riprese e foto da postare poi sui social nella speranza che diventino virali. 

Video e foto che oramai fanno capolino in decine e decine di città italiane. Roma naturalmente non è esente dal fenomeno. Dopo Pietralata, San Basilio, Tor Bella Monaca, Don Bosco, Quarto Miglio, Appio, Centocelle, Pigneto, Casal Bruciato e Casal Monastero l'ultimo avvistamento risale alle 21:00 di martedì sera quando un uomo ha chiamato il 112 indicando la presenza di una ragazzina vestita da Samara all'altezza del civico 4 di via Ostuni, al Quarticciolo.

Inoltrata la chiamata alla polizia gli agenti sono intervenuti sul posto ma della ragazzina di The Ring non c'era traccia. Tunica bianca e capelli scuri sul volto, in mano un coltello che dovrebbe essere finto: così le Samara in piena notte stanno spaventando tantissime città d'Italia. Da Catania a Napoli, passando per Lamezia Terme e Foggia: il Samara Challenge è sempre più diffuso e le emulazioni di Samara Morgan oramai non si contano più.

"I fenomeni come quello della #samarachallenge rischiano di diffondersi più rapidamente attraverso Internet, causando fenomeni di psicosi che portano anche a falsi avvistamenti e spesso si intersecano con altre storie e tematiche: ad esempio in questo caso, con presunti rapimenti di bambini". Afferma all'Adnkronos Paolo Toselli, fondatore del Centro per la Raccolta delle Voci e delle Leggende Contemporanee, commentando quanto accaduto a Roma e in altre città italiane, dove alcuni emuli della ragazzina protagonista del film horror "The Ring", hanno seminato il terrore tra i cittadini. 

"Il caso di Samara ricorda molto alcuni episodi avvenuti nel 2014 - aggiunge Toselli - quando esplose il fenomeno del 'Clown Picchiatore': alcune persone andavano in giro con maschere da pagliaccio a spaventare e picchiare i passanti. Tutto era nato da un video su YouTube che sembrava reale, quando in realtà erano tutti attori, anche le persone spaventate". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il primo episodio della #samarachallenge si è verificato il 29 agosto a Catania, ed ora è arrivato anche a Roma. "Il fenomeno del 'Clown pagliaccio' è esploso nel periodo di Halloween - spiega Toselli - ora è interessante capire il motivo per cui è stato ripreso, in questo caso, il personaggio di Samara proprio negli ultimi giorni di agosto, ma soprattutto il motivo per cui è partito dalla Sicilia e sta risalendo tutta l'Italia".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Intervengono per sgomberare un appartamento abitato da un'anziana e trovano deposito d'armi

  • Temporale Roma, bomba d'acqua e gradinata sulla zona est della Capitale

  • Coronavirus, a Roma 11 casi. In totale nel Lazio 14 nuovi contagi. I dati delle Asl

  • Sciopero a Roma: venerdì 10 luglio a rischio metro e bus, gli orari e le fasce di garanzie

  • Coronavirus, a Roma sette nuovi casi: undici in totale nel Lazio

  • Coronavirus: a Roma 14 nuovi casi, 19 in totale nel Lazio. I dati Asl del 6 luglio

Torna su
RomaToday è in caricamento