Non risponde al telefono ai familiari: pompieri salvano 88enne colto da malore in casa

Complicato l'intervento dei vigili del fuoco riusciti alla fine ad entrare nell'appartamento dell'anziano al quinto piano

Foto d'archivio

Una storia a lieto fine. A scriverla i vigili del fuoco di Civitavecchia intervenuti intorno alle 14:00 di venerdì 6 dicembre in una palazzina del Comune portuale della provincia di Roma per una chiamata di "soccorso a persona". 

Qui, un uomo di 88 anni di nazionalità italiana, residente al quinto piano dello stabile in indirizzo e solo in casa, non rispondeva alle continue chiamate dei parenti, i quali preoccupati per la situazione hanno allertato i soccorsi.

Giuinti sul posto, i vigili del fuoco con l’ausilio dell’autoscala, sono entrati in casa attraverso il balcone, consentendo l’ingresso (attraverso la porta d’accesso) nell’appartamento del personale sanitario “Formia Soccorso “.  

L’uomo è stato quindi prontamente soccorso e trasportato presso il civico ospedale. L’intervento è stato particolarmente impegnativo poiché l’uomo solo in casa, aveva chiuso la porta a chiave e la troppa distanza fra la strada e il balcone, non consentiva all’autoscala di raggiungere agevolmente il terrazzino. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Comune di Roma assume, 1512 i posti a disposizione: ecco il concorsone

  • Blocco traffico: a Roma oggi niente auto nella fascia verde, tutte le informazioni

  • Blocco auto: chi può circolare a Roma domani 19 gennaio

  • Bollo auto, sconti e nuova modalità di pagamento: cosa cambia nel 2020

  • Le mani della 'Ndrangheta su San Basilio: spaccio modello Scampia da 15.000 euro al giorno

  • Un uomo li truffa, loro reagiscono: lo sequestrano e lo pestano riducendolo in fin di vita

Torna su
RomaToday è in caricamento