Da Roma a Milano nonostante i divieti: "Vado da un'amica", ma nell'auto aveva 7 chili di cocaina

Il 37enne fermato dai carabinieri non poteva trovarsi in Lombardia a cause delle restrizioni per l'emergenza Coronavirus

La cocaina nascosta in auto del 37enne

Quando i carabinieri gli hanno chiesto cosa ci facesse in Lombardia (dove in realtà non poteva trovarsi a causa delle restrizioni per l'emergenza Coronavirus),k ha detto di essere andato a trovare un'amica. Attimo dopo attimo, però, è diventato sempre più nervoso e agitato e alla fine quegli stessi carabinieri hanno capito perché. Lo scrive MilanoToday

Un uomo di 37 anni, un cittadino italiano residente a Roma e pregiudicato, è stato arrestato giovedì pomeriggio dal nucleo Radiomobile di Legnano con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I guai per il 37enne sono iniziati quando i militari hanno fermato la sua macchina in viale Cadorna, proprio a Legnano, per un normale controllo. 

Dai suoi documenti i carabinieri hanno appurato che il guidatore era residente a Roma - dove risulta effettivamente vivere - e quando gli hanno fatto notare che al momento è ancora vietato spostarsi tra le regioni, lui ha risposto di essere stato da un'amica. I militari hanno poi verificato che l'auto era in realtà intestata a un'altra persona e che il 37enne, formalmente disoccupato, aveva in tasca 590 euro, oltre che tre banconote da 50 euro false. 

Passando al setaccio la macchina, gli investigatori hanno subito notato che il vano in cui c'era la ruota di scorta era molto più alto e largo del normale e hanno così avuto conferma che in quella macchina ci fosse qualcosa di "strano".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La traccia giusta è arrivata dai cani antidroga della finanza, che hanno subito "puntato" lo schienale dei sedili posteriori dall'auto. I militari hanno scoperto che con un telecomando quei sedili si abbassavano e creavano un accesso per un doppio fondo accanto al portabagagli dal quale sono salvati fuori 7 panetti di cocaina per un peso totale di 7 chili e 300 grammi. Per l'uomo sono quindi scattate le manette e si sono aperte le porte del carcere di Busto Arsizio. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Ho preso il muro fratellì”, l’infrazione costa cara all’ex rapper, patente ritirata ed auto sequestrata

  • Coronavirus: nel Lazio per la prima volta il numero dei guariti supera quello dei positivi

  • Tragedia a Montespaccato: ragazzo di 30 anni trovato morto impiccato nel garage di casa

  • Coronavirus, 13 contagi in 24 ore nel Lazio. "Preoccupazione per aeroporti e stazioni di Roma"

  • Coronavirus, a Roma appena 2 nuovi contagi in 24 ore: sono 3055 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus, a Roma 8 nuovi contagiati in 24 ore: sono 3538 gli attuali casi positivi nel Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento