"200 euro al mese se vuoi lavorare qui": commerciante picchiato da padre e figlio usurai

L'uomo, commerciante di souvenir, è stato vittima dei due che lo hanno anche rapinato di 1700 euro

Ha provato a chiedere aiuto a due connazionali ma è finito nella loro trappola, quella del vortice degli usurai. Vittima un commerciante di souvenier del Bangladesh che aveva aperto un negozio al centro di Roma. A fine giugno, però, una aggressione con un violento pestaggio subito lo ha portato dalla Polizia di Stato. 

Qui ha raccontato la sua verità. Secondo la testimonianza del commerciante due suoi connazionali, padre e figlio, dopo avergli ceduto l'attività, pretendevano dall'uomo un pagamento di 200 euro mensili, giustificata dal fatto che la stessa attività fosse stata precedentemente avviata da loro.

Al rifiuto della vittima di pagare la somma, i due aguzzini avevano iniziato a fargli delle pressioni psicologiche fino a ricorrere, vista la sua resistenza, ad una vera e propria aggressione fisica. Minacciandolo di morte, i malviventi lo hanno colpito alle costole con calci e pugni e gli hanno portato via il portafogli contenente 1700 euro.

L’uomo, dopo essere andato in ospedale per farsi medicare ed essere stato giudicato guaribile in 20 giorni, è andato al commissariato Trevi a sporgere denuncia.

Gli investigatori hanno così inoltrato le sue dichiarazioni ed il certificato medico all'Autorità Giudiziaria che ha emesso, a carico dei due aguzzini del Bangladesh, rispettivamente di 42 e 21 anni, un'ordinanza di custodia cautelare in carcere eseguita dagli stessi poliziotti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Comune di Roma assume, 1512 i posti a disposizione: ecco il concorsone

  • Blocco traffico, a Roma diesel fino a Euro 6 vietati anche venerdì 17 gennaio

  • Blocco traffico: a Roma oggi niente auto nella fascia verde, tutte le informazioni

  • Blocco auto: chi può circolare a Roma domani 19 gennaio

  • Blocco traffico, a Roma diesel vietati anche domani: smog ancora alle stelle

  • Bollo auto, sconti e nuova modalità di pagamento: cosa cambia nel 2020

Torna su
RomaToday è in caricamento