Roghi tossici nelle campagne lungo via Tiburtina: in 5 colti sul fatto e arrestati

I cinque sono stati scoperti mentre bruciavano rifiuti speciali pericolosi senza alcuna autorizzazione in un terreno adiacente alla chiesa di Santa Sinforosa

Dopo varie segnalazioni di incendio di rifiuti nelle campagne adiacenti la via Tiburtina, i Carabinieri della Tenenza di Guidonia Montecelio e del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale di Roma hanno svolto dei servizi di osservazione che hanno consentito di sorprendere nella flagranza 5 cittadini italiani, di età compresa tra i 39 e i 49 anni che sono stati arrestati per combustione illecita di rifiuti.

I Carabinieri hanno documentato come i cinque erano dediti al traffico ed allo smaltimento non autorizzato di rifiuti e sono stati scoperti mentre bruciavano rifiuti speciali pericolosi senza alcuna autorizzazione in un terreno adiacente alla chiesa di Santa Sinforosa.

Domato l’incendio sul terreno, sottoposto al vincolo della Soprintendenza per i beni culturali, i cinque sono stati arrestati dai Carabinieri e messi a disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Tivoli, in regime di arresti domiciliari per la successiva convalida davanti al Giudice.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Romanzo Criminale di Primavalle: le confessioni di Abbatino e "Accattone" risolvono 4 omicidi

  • Salvatore Nicitra, il boss con la pensione d'invalidità: così l'ex della Banda della Magliana è diventato il re di Roma Nord

  • Manifestazione contro i vitalizi, Sardine in piazza e Lazio-Inter: bus deviati e strade chiuse nel week end

  • Investito da un'auto mentre attraversa il Raccordo Anulare, morto un uomo

  • Incidente in via Tiburtina, scontro tra camion e auto: morto un uomo. Grave il figlio

  • Incidente in via Laurentina, auto si scontra con un camion: morta una donna

Torna su
RomaToday è in caricamento