Bruciano plastica e rifiuti sulle rive del Tevere: la colonna di fumo incastra i malviventi

I tre sono stati sorpresi dai carabinieri in azione: fiamme spente dai Vigili del Fuoco e area posta sotto sequestro

Erano intenti a bruciare rifiuti e plastica lungo il Tevere. Per questo tre persone, due cittadini romeni di 41 e 29 anni, e una cittadina del Guatemala, di 35, sono stati arrestati dai Carabinieri della Compagnia di Settebagni con l’accusa di combustione illecita di rifiuti.

Bruciavano plastica e rifiuti lungo il Tevere

Ieri sera, transitando in via Riva del Fiume, i militari hanno notato una colonna di fumo alzarsi da un terreno adiacente il fiume e sono intervenuti per un controllo, sorprendendo i tre cittadini stranieri “in azione”.

Uno di loro scaricava dei sacchi contenenti materiale plastico e di scarto da due furgoni, intestati al 41enne, mentre gli altri due li incendiavano.

Area sequestrata: tre arresti per combustione illecita di rifiuti

Le fiamme sono state spente dai Vigili del Fuoco e l’area sottoposta a sequestro, mentre gli arrestati sono stati sottoposti agli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni, in attesa del rito direttissimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Raggi: stop a tutti i concorsi pubblici a Roma

  • Tragedia nella Metro A, morto un uomo investito da un treno alla stazione Manzoni

  • Sciopero, oggi a Roma metro e bus a rischio per 24 ore: tutte le informazioni

  • Via Pontina, precipita con la Smart dalla rampa e muore sul colpo. Gli amici lo ricordano sui social

  • Blocco traffico Roma: domenica 23 febbraio niente auto nella fascia verde

  • Coronavirus Roma: "Scuole chiuse? Fake news". Mezzi pubblici, via alla sanificazione

Torna su
RomaToday è in caricamento