Bruciano plastica e rifiuti sulle rive del Tevere: la colonna di fumo incastra i malviventi

I tre sono stati sorpresi dai carabinieri in azione: fiamme spente dai Vigili del Fuoco e area posta sotto sequestro

Erano intenti a bruciare rifiuti e plastica lungo il Tevere. Per questo tre persone, due cittadini romeni di 41 e 29 anni, e una cittadina del Guatemala, di 35, sono stati arrestati dai Carabinieri della Compagnia di Settebagni con l’accusa di combustione illecita di rifiuti.

Bruciavano plastica e rifiuti lungo il Tevere

Ieri sera, transitando in via Riva del Fiume, i militari hanno notato una colonna di fumo alzarsi da un terreno adiacente il fiume e sono intervenuti per un controllo, sorprendendo i tre cittadini stranieri “in azione”.

Uno di loro scaricava dei sacchi contenenti materiale plastico e di scarto da due furgoni, intestati al 41enne, mentre gli altri due li incendiavano.

Area sequestrata: tre arresti per combustione illecita di rifiuti

Le fiamme sono state spente dai Vigili del Fuoco e l’area sottoposta a sequestro, mentre gli arrestati sono stati sottoposti agli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni, in attesa del rito direttissimo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Sciopero, a Roma lunedì 16 settembre a rischio i bus in periferia

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 14 e domenica 15 settembre

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Ragazza impiccata al parco giochi, il ritrovamento dopo una notte di ricerche. Il racconto del custode

Torna su
RomaToday è in caricamento