Halloween: volontari a caccia di riti satanici, trovati altare e scritta 666 a Villa Gordiani

Il pattugliamento da parte delle guardie zoofile Earth. Verifiche dal Parco dell'Appia Antica a quello di Labaro

Riti satanici a Villa Gordiani

Un appuntamento atteso tutto l'anno dai satanisti. Riti e sacrifici animali che la notte di Halloween registrano un grande incremento con i seguaci di Satana pronti a uccidere cani, gatti ed altri animali domestici da sacrificare al diavolo. Una sitazione che conoscono bene le guardie zoofile Earth che dalle 22:00 dello scorso 31 ottobre sino all'alba del mattino successivo hanno pattugliato le aree verdi della Capitale dove nel corso degli anni sono stati trovati i segni dei riti satanici.

I PARCHI DELLA CAPITALE  A RISCHIO - Dal Parco dell'Appia Antica a Villa Ada, passando per il parco di Labaro a Prima Porta e quello di Forte Bravetta (dove sussiste una chiesa sconsacrata usata spesso per tali rituali). Sorvegliate speciali le aree comprese tra la via Casilina e la via Prenestina, sino ad arrivare a Lunghezzina-Castelverde, periferia est della Capitale, dove lo scorso anno vennero uccisi e sacrificati in diverse occasioni cani e conigli, torturati e sacrificati all'altare di Belzebù, queste la aree vigilate nel corso della notte dell'1 novembre. 

PATTUGLIATI I PARCHI A RISCHIO - Proprio per evitare il ripetersi di riti satanici le guardie zoofile Earth hanno trascorso l'intera notte di Halloween a controllare le aree verdi della Capitale a rischio, dopo esssersi coordinati con la Questura di Roma ed aver rilevato i luoghi maggiormente sensibili a tali brutalità. Una azione repressiva, come spiega a RomaToday Simone Cimmino, una delle guardie zoofile impegnata con altri 14 colleghi nei controlli notturni a Roma. "Il nostro intento - spiega - era quello di scongiurare riti satanici con sacrifici animali. Un'azione deterrente che ha dato i suoi frutti, evitando il possibile ripetersi in questa notte particolarmente a rischio di riti e soprattutto sacrifici animali"

ALTARE A VILLA GORDIANI - Un pattugliamento "che ha dato i suoi frutti", spiega ancora il volontario di Earth. Una giusta intuizione quelle delle guardie zoofile che hanno trovato nel Parco di Villa Gordiani, al Prenestino, i segni inequivocabili di riti satanici con la scoperta di un altare e le scritte 666 (il numero della Bestia e del Diavolo) su alberi e rocce, ma senza sacrifici animali. "Un risultato importantissimo per il quale Earth ringrazia le sue guardie zoofile che mettono il loro impegno, professionalità e tempo gratuitamente al servizio degli animali".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento