Picchia ristoratore e minaccia agenti, stava cercando una donna conosciuta sui social

Nell'abitazione dell'uomo alla Balduina i poliziotti hanno trovato cocaina, marijuana, denaro e delle cartucce

Immagine di repertorio

Ha picchiato un ristoratore, lo ha minacciato di morte e di dargli fuoco al locale. Le violenze sono successe la notte fra sabato e domenica alla Balduina dove gli agenti di polizia hanno poi arrestato un uomo di 47 anni, pluripregiudicato. Motivo dell'aggressione? La ricerca da parte dell'uomo di una donna conosciuta sui social che si era rifugiata nel locale dopo aver passato la serata con lui. 

I fatti hanno cominciato a prendere corpo intorno alle 3:00 della notte del 19 maggio quando una donna, in forte stato di agitazione, è entrata in un ristorante di viale delle Medaglie d'Oro chiedendo aiuto per chiamare un taxi. Con il locale chiuso, il titolare ha quindi accolto la donna provando a tranquilizzarla. La donna va nella toilette e poco dopo entra nell'esercizio commerciale un uomo, un romano, che chiede da bere nonostante il locale chiuso. Il titolare lo invita ad andare via ma lo stesso lo minaccia di morte e di assoldare un suo "amico" per dargli "fuoco al locale". 

Dalle minacce il "cliente" passa ai fatti e colpisce il titolare del ristorante con un violento pugno sul volto. Intervengono i dipendenti del locale con l'uomo che sale in auto e si allontana. Lo stesso però ripassa diverse volte con fare minaccioso davanti al ristorante urlando e minacciando i presenti. Impaurito il proprietario chiama il 112 mentre la donna che poco prima gli aveva chiesto aiuto riferisce di conoscere l'aggressore. 

Sul posto arrivano le Volanti della caserma della Questura di Roma e, dopo aver parlato con la donna ed il ristoratore, risalgono sia all'auto usata dall'uomo che all'abitazione dello stesso, alla Balduina. La donna riferisce poi agli agenti quanto accaduto prima. Ovvero un appuntamento in un locale con l'uomo conosciuto sui social network. Mentre il ristoratore, denunciato quando accaduto, viene poi medicato in ospedale e refertato con 7 giorni di prognosi. 

La donna riferisce agli agenti di aver passato la serata con l'uomo. Ubriaco, sempre secondo il racconto della stessa, la porta a casa sua, con lei che non riesce a dirgli di no per "paura". Salgono nell'appartamento e, dopo aver tentato un approccio sessuale, l'uomo rinuncia. Quindi la donna approfittando di un attimo di distrazione dello stesso, si allontana cercando aiuto nel ristorante. 

Gli agenti rintracciano l'auto e l'aggressore, bussano alla sua porta ma lo stesso si dimostra da subito poco collaborativo, cercando di impedirgli di entrare nell'appartamento. I poliziotti riescono ad entrare e si trovano davanti una donna seminuda, seduta accanto ad un tavolo dove ci sono delle evidenti tracce di cocaina. 

Gli agenti entrano in casa e la perquisiscono. Nella stessa trovano della marijuana, oltre 16mila euro in contante e quattro cartucce di arma da fuoco. Il padrone di casa si scaglia contro i poliziotti che lo riescono a fermare non senza difficoltà. Accompagnato negli uffici del commissariato Monte Mario di polizia viene quindi identificato in un uomo di 47 anni, con precedenti. 

Arrestato con le accuse  "detenzione illegale di munizionamento da arma da fuoco", "resistenza", "minacce" e "violenza a pubblico ufficiale" oltre che per "minacce" e "lesioni aggravate" il 47enne è stato quindi associato nel carcere romano di Regina Coeli a disposizione dell'Autorità Giudiziaria. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta dal viadotto: morto imprenditore del crack Qui!Group

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Da Canova a Frida Kahlo, tutte le mostre da non perdere in autunno a Roma

  • Tenuta Castel di Guido, i lupi romani sono diventati ibridi. Chiesta la sterilizzazione

Torna su
RomaToday è in caricamento